IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Aeroporto, serve un responsabile tecnico

La Xpress srl ha 30 giorni per lasciare l'Aeroporto dei Parchi, subentrerà una partecipata, con un responsabile tecnico certificato Enac.

Dopo l’annuncio dell’assessore Carla Mannetti del passaggio della gestione dell’Aeroporto dei Parchi a una partecipata del Comune, arriva l’avviso per individuare un responsabile tecnico certificato Enac.

Il settore Rigenerazione urbana del Comune dell’Aquila rende noto che è stato emesso un avviso finalizzato all’affidamento dell’incarico temporaneo di responsabile tecnico dell’Aeroporto dei Parchi. L’incarico avrà una durata stimata di 6 mesi (con possibilità di proroga per un massimo di un anno), nelle more dell’espletamento della gara per l’affidamento della gestione dello scalo di Preturo. Le domande dovranno essere inviate entro le ore 12 dell’1 ottobre secondo le modalità indicate nell’avviso pubblicato nella pagina “Avvisi attivi” della sezione “Concorsi, gare e avvisi” dell’area “Amministrazione” del portale istituzionale del Comune.

L’avviso si è reso necessario dal momento in cui per la gestione dell’Aeroporto dei Parchi è necessaria la figura professionale del responsabile tecnico, ma con certificazione Enac, al momento non presente tra le figure professionali presenti nelle partecipate del Comune dell’Aquila.

«La società che gestiva lo scalo – ha spiegato l’assessore Carla Mannetti ai microfoni del Capoluogo.it – ha 30 giorni di tempo per lasciare l’aeroporto che andrà temporaneamente in gestione a una delle partecipate del Comune. Noi dovremo essere pronti a subentrare, e uno dei requisiti previsti dal regolamento Enac è proprio avere questa figura del responsabile tecnico, che dev’essere certificato dalla stessa Enac. Stiamo facendo riunioni da giungno, per farci trovare pronti e per questo abbiamo tempestivamente predisposto l’avviso. Vogliamo fare un’operazione quasi a costo zero, per cui il responsabile amministrativo verrà individuato all’interno della partecipata a cui sarà affidata la gestione, ma per il responsabile tecnico abbiamo bisogno di una figura certificata».

X