IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Regionali, l’Abruzzo a Fratelli d’Italia

Notte movimentata a Palazzo Grazioli, il vertice tra Berlusconi, Salvini e Meloni ha stabilito che in Abruzzo il candidato presidente sarà di FdI-An. Lega Abruzzo sul piede di guerra.

Il vertice tra Berlusconi, Salvini e Meloni ha stabilito che il candidato presidente del centrodestra alle prossime regionali abruzzese sarà in quota Fratelli d’Italia.

Notte movimentata per la politica abruzzese, da Palazzo Grazioli arriva la ripartizione tra i partiti di centrodestra delle candidature alla presidenza delle regioni al voto. In Abruzzo, un candidato di Fratelli d’Italia.

Dopo un lungo confronto – come confermano fonti interne di FdI-An – il vertice tra Berlusconi, Meloni e Salvini avrebbe “partorito” la soluzione di assegnare a FdI-An il candidato presidente alle prossime regionali del 10 febbraio 2019.

Diversi i nomi finiti sul tavolo, da quello di Guerino Testa, a De Matteis, fino ad Augusto La Morgia. Fonti interne a Forza Italia darebbero in pole position proprio l’avvocato Augusto La Morgia, ma indiscrezioni da FdI-An danno più “papabile” Guerino Testa. Non è escluso, però, che possa esserci anche il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, tra i “candidabili” in quota FdI.

«Se le indiscrezioni fossero vere, – ha dichiarato proprio il sindaco Fdi del Capoluogo abruzzese Pierluigi Biondi in una telefonata estremamente mattiniera – sarebbe la prova dell’attenzione della Meloni per l’Abruzzo. Giorgia Meloni ci tiene tanto all’Abruzzo a cui non ha fatto mai mancare il suo supporto, prova ne sia la sua presenza alla manifestazione contro la restituzione delle tasse. Sarebbe un riconoscimento politico a tutto il partito» ha concluso Biondi. L’Abruzzo in effetti è stata la terza regione italiana con il miglior risultato elettorale lo scorso 4 marzo.

Tra i due litiganti (Lega e Forza Italia), quindi, a questo punto sembra “godere” il terzo, Fratelli d’Italia, ammesso che la decisione di questa notte presa al vertice di Palazzo Grazioli possa arrivare a compimento. La Lega Abruzzo, infatti, è già sul piede di guerra, in quanto si sente “svenduta” rispetto ad altre regioni che hanno dato meno soddisfazioni a livello elettorale. Una notte in bianco, quindi, per il segretario regionale Bellachioma, che ha cercato di far tornare sui propri passi i leader del centrodestra nazionale. Per la Lega, infatti, una candidatura di FdI-An sarebbe sostanzialmente perdente, considerato anche quanto successo a Teramo.

X