IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Dal Comune all’Emiciclo, mischia a destra foto

La carica dei consiglieri e assessori di centrodestra che si candideranno alle prossime elezioni regionali.

Fissata la tanto agognata data delle elezioni, inizia la vera guerra politica per conquistare gli scranni dell’Emiciclo.

L’Aquila si prepara per la campagna elettorale, Consiglieri e Assessori pronti a scendere in campo.

Chi lascerà il Comune di L’Aquila per l’Emiciclo

L’Abruzzo torna al voto il 10 Febbraio 2019, con un anno di anticipo rispetto alla naturale scadenza, e l’arbitro fischierà il 90° minuto per i candidati (o presunti tali) agli scranni più importanti della Regione, mentre l’Italia intera onorerà la memoria del Giorno del Ricordo. Una partita lunga, che si preannuncia particolarmente complessa con i 5 mesi di campagna elettorale invernale, che rischiano di ghiacciare non solo la colla dei manifesti ma in particolar modo l’attività amministrativa del Comune dell’Aquila, facendo saltare in aria i rapporti costruiti in questi mesi tra le forze di maggioranza e quelle di opposizione.

Il centrodestra in campo

Imprudente, Liris, De Matteis, Santangelo, Lancia, Ricciuti, Tinari. Per ora sono questi i nomi di centrodestra che girano per i corridoi della politica aquilana.

Nel centrodestra aquilano i papabili candidati consiglieri regionali sono diversi: primi tra tutti gli ormai lanciatissimi Emanuele Imprudente (Lega) e Guido Liris (Forza Italia). Entrambi assessori della Giunta Biondi, palesemente in campagna elettorale dal primo giorno di amministrazione, sono quotidianamente in competizione su chi lavora meglio e di più. Entrambi vantano risultati personali alle amministrative del 2017 di tutto rispetto e ruoli di primo piano nei partiti di appartenenza, ma la rosa pronta a scendere in campo è folta, e non possiamo ignorare i rumors che danno pronti ai blocchi di partenza l’inossidabile Giorgio De Matteis per questa volta con la pettorina di Fratelli d’Italia (nonostante i più maliziosi ipotizzavano un ritorno di fiamma per il mondo civico) e di Roberto Santangelo, confluito da poco in Azione Politica (la lista civica costruita a tavolino da Zelli).
Se per il primo la partita potrebbe essere aperta, per il secondo sembrerebbe trattarsi solo di una scelta squisitamente strategica.

Diversa invece è la situazione della consigliera comunale Ersilia Lancia (FdI), forte del sostegno del marito-segretario regionale di Fratelli d’Italia Etelwardo Sigismondi, sembrerebbe che stia costruendo la propria candidatura nella lista con la sponda di Luca Ricciuti, entrato poco prima del 4 Marzo in FdI. Lo scenario destabilizzerebbe pesantemente la situazione del già turbolento partito di maggioranza. E concludiamo (per ora) con il battitore libero Roberto Tinari, presidente del Consiglio Comunale in quota Forza Italia, e avversario interno numero uno di Guido Liris, bomber di preferenze alle scorse amministrative. Nessuno sa ancora cosa Tinari sceglierà per le prossime elezioni regionali, ma voci di corridoio lo vedono al fianco di Zelli nelle civiche. O meglio: tutti sanno con certezza che si candiderà, ma nessuno ha idea di quale lista o partito abbia esattamente in mente.

Appuntamento domani con gli scenari del centro sinistra.

X