IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Orsi e vip, l’Abruzzo virale sul web

Le meraviglie d'Abruzzo corrono sul web. Quando la Regione si promuove da sola grazie alle sue peculiarità.

Dall’orso di Villetta Barrea alle visite di Michael Bublé a Carrufo di Villa Santa Lucia (AQ), quando l’appeal turistico corre (gratis) sul web.

Abruzzo, terra di tante meraviglie che si pubblicizzano “da sole”. Succede nella provincia dell’Aquila, tanto quanto per la costa. La regione è ricca di “cartoline” che viaggiano sul web più o meno autonomamente, raccontando una terra unica.

Ormai il marketing territoriale viaggia in gran parte su internet e, in particolare su Facebook, dove l’Abruzzo – e soprattutto la provincia dell’Aquila – spopola a colpi di post virali.

Si passa tranquillamente dall’orso che cammina pacificamente tra le case di Villetta Barrea (AQ), immortalato dal fotografo Marco Vancini (per non parlare dell’orsa Peppina e i suoi cuccioli), a Micheal Bublé che si affaccia da un balcone di Villa Santa Lucia (AQ) paese d’origine dell’abruzzesissima nonna.

bublé

Impazzano poi video e foto di paesaggi spettacolari che attraversano l’Abruzzo da nord a sud, rilanciando i suoi luoghi più suggestivi e le meraviglie architettoniche e artistiche. Dai lupi agli orsi, da Collemaggio a Rocca Calascio, le “cartoline” abruzzesi non mancano certo di soggetti affascinanti.

La lista dei personaggi noti legati direttamente o indirettamente all’Abruzzo, poi, si allunga di giorno in giorno; tra gli ultimi endorsement, quello di Tommaso Paradiso, leader della nota band Thegiornalisti, che su Instagram “si è dichiarato” all’Abruzzo, con parole lusinghiere. Solo per citare l’ultimo in ordine di tempo, ma da Nietzsche che voleva andare ad abitare a L’Aquila a Sergio Endrigo che preferiva più il mare, la lista potrebbe essere davvero lunga.

post virali

Un tempo queste “chicche” erano appannaggio di qualche curioso, ma nell’era del web basta una pagina Facebook (come la divertentissima L’abruzzese fuorisede che quotidianamente posta curiosità e piccole perle) per rilanciare in tutto il mondo le peculiarità e gli “sponsor inconsapevoli” dell’Abruzzo. Insomma, dove non arriva il marketing territoriale delle istituzioni ci pensa il web. D’altra parte è impossibile tenere nascosta tanta bellezza.

Nei video che seguono, alcuni piccoli esempi raccolti negli ultimi mesi.

X