IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Nasce PAQ, il centro di Arti Performative

PAQ è un luogo unico dedicato a ospitare percorsi creativi e progetti di arte performativa per bambini, adolescenti, adulti e disabili.

Nasce a L’Aquila PAQ(Performing Art Center Aq), il primo centro di Arti Performative del Centro Italia, tra le discipline anche il gyrotonic, l’allenamento che ha conquistato Madonna.

Un luogo unico – da 520 metri quadrati – dedicato a ospitare percorsi creativi e progetti di arte performativa per bambini, adolescenti, adulti e disabili, con corsi settimanali e attività domenicali, dal teatro alla danza, fino al benessere psicofisico.

PAQ nasce dal cuore di Alice Cimoroni ed Eleonora Pacini, ballerine e coreografe aquilane con percorsi professionali importantissimi, che prima di tutto amano definirsi mamme. “La maternità è stata la spinta propulsiva a sognare, poi immaginare e, infine, dare vita a PAQ – spiegano – nella città in cui abbiamo scelto di restare e di far nascere ‘cose’: dapprima i nostri figli e poi questo centro, un secondo figlio. Uno spazio in cui tutti possano crescere, esprimersi e scoprire le proprie capacità”.

Tra i partner del progetto Paq c’è Gyrotonic L’Aquila di Eleonora Cucchiarelli, che porta per la prima volta in città  una disciplina che ha conquistato tanti vip, tra cui Madonna: Gyrotonic® e Gyrokinesis® sono due espressioni del metodo Gyrotonic Expansion System, metodi di movimento che sviluppano la flessibilità, aumentano la forza e migliorano l’allineamento di tutto il corpo, indicati per sportivi, amanti del fitness, danzatori, ma anche bambini, neo-mamme e anziani.

Nello spazio di via Ulisse Nurzia troveranno la loro casa anche attività di danza grazie alla collaborazione con Armonia asd di Norma Ranalli e New Vibe Studio: danza classica, hip hop, break dance, dance contemporaneo e contaminazione ma anche l’innovativo lindy hop con Ginger Swing, ballo afroamericano nato ad Harlem, New York, negli anni venti, o il voguing e waacking, stili di ballo ispirati rispettivamente alle pose plastiche delle modelle che appaiono nelle sfilate e alle dive hollywoodiane del cinema muto.

E poi c’è la parte dedicata al movimento come forma di espressione creativa, curata dall’associazione Atelier kontempo’raneo di Maria e Simona Zaccagno: yoga per bambini, danza in gravidanza e in fasce, lettura e movimento creativo in collaborazione con “Piripù: giochi e parole”, ma anche seminari di contact family per quelle famiglie che vogliano trovare uno spazio di condivisione emozionale e creativa con i propri figli, laboratori artistici scenografici in collaborazione con Duettando di Stefania Ferella e Luisa Capannolo, docenti di design.
L’inaugurazione si terrà in tre giornate, 21-22 e 23 settembre con eventi e lezioni-prova a tutte le iniziative in programma. Seguirà una Open week dal 24 al 28 settembre, con un programma di corsi vastissimo, totalmente gratuito, aperto a chiunque voglia provare.

logo

X