IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Scuola e trasporti, un salasso

Il caro scuola non si arresta: trasporti, cancelleria e libri le voci di spesa più alte. Si pagherà fino a 1100 € a studente. A L'Aquila nota dolente i bus: nessuno sconto per le famiglie numerose.

Il caro scuola non si arresta: trasporti, cancelleria e libri le voci di spesa più alte. A L’Aquila nota dolente i bus: nessuno sconto sugli abbonamenti per le famiglie numerose.

Tra corredo e libri di testo, secondo recenti stime del Codacons, la spesa complessiva può facilmente superare i 1.100 euro a studente: una vera e propria stangata per le tasche degli italiani.

In aumento rispetto al 2017 i prezzi di penne, quaderni, materiale di cancelleria in generale:i  prezzi al dettaglio, rispetto al 2017, registrano quest’anno un incremento medio del +2%, rincaro che raggiunge il +4% per il materiale “griffato”. Nessuna riduzione, inoltre, per i libri di testo.

L’altro aspetto che incide fortemente sulle tasche delle famiglie è il costo per il trasporto pubblico.

Nel caso aquilano, l’Azienda per la Mobilità aquilana propone come ogni anno un abbonamento annuale rivolto agli studenti che, però, non tiene conto di particolari scontistiche in caso di famiglie numerose. A segnalarlo alla redazione de Il Capoluogo è una mamma residente sul territorio comunale.

232 euro per usufruire del servizio di trasporto pubblico dal 1° settembre al 30 giugno dell’anno successivo oppure dal 1° ottobre al 31 luglio dell’anno successivo: si può viaggiare tutti i giorni, incluso i giorni festivi, su tutte le linee e per qualsiasi numero di corse nell’ambito del territorio del comune di L’Aquila.

“Ma se si hanno più figli, la spesa diventa difficile da sostenere perché la riduzione della quota è prevista solo in caso di ISEE del nucleo familiare inferiore a 10.000 euro. È così che una famiglia aquilana con tre figli” – con entrambi i genitori che lavorano e ISEE superiore a questa cifra – “si ritrova a pagare quasi 700 euro, a settembre, per garantire il trasporto scolastico ai figli” sottolinea la donna.

Già da qualche giorno è presente, all’interno del Centro Commerciale L’Aquilone, uno stand dell’Ama per richiedere informazioni sui titoli di viaggio in vista della partenza del nuovo anno scolastico.

X