IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Progetto Sapere, L’Aquila capofila

Progetto Sapere: 70mila euro per organizzare una struttura informativa sui bandi comunitari per tutto il territorio.

Il Comune dell’Aquila è risultato vincitore di un nuovo bando europeo per l’accesso a fondi comunitari. Si tratta del progetto “Sapere – investimenti per la crescita e l’occupazione”.

È stato illustrato stamani, a palazzo Fibbioni, dal sindaco Pierluigi Biondi e dall’assessore alle Politiche comunitarie Carla Mannetti, insieme con il sindaco di Pizzoli Giovannino Anastasio e con l’assessore all’Ambiente del Comune di Barete Alfredo Cervelli, intervenuto in rappresentanza del primo cittadino, il progetto Sapere, con cui il Comune dell’Aquila ha vito il bando per l’accesso ai fondi europei.

«Il settore delle Politiche europee – ha dichiarato il sindaco Biondi – costituisce un asset strategico per l’amministrazione comunale. Per la prima volta è stata messa in piedi una task force, con a capo l’assessore Mannetti, con risultati eccezionali, che si traducono in risorse per l’ente e opportunità per i cittadini e le imprese. Questo progetto, inoltre, per cui ci siamo classificati secondi nella graduatoria regionale, graduatoria nella quale siamo l’unico Comune del bacino aquilano, è il primo che il nostro ente realizza di concerto con quelli del comprensorio. Un modo concreto di tradurre in realtà il concetto di città territorio, declinandone le potenzialità all’interno di processi virtuosi e buone pratiche amministrative. Un trend che intendiamo sviluppare anche in altri ambiti, – ha proseguito Biondi – attraverso un coinvolgimento sempre più ampio e diretto dei Comuni del territorio, con i quali abbiamo già avviato importanti e fattive interlocuzioni ottenendo ricadute positive per i rispettivi enti ed un potenziamento della risposta ai cittadini. Anche le iniziative per il decennale del sisma – ha concluso il sindaco – vedranno insieme il Comune dell’Aquila e quelli che compongono il cratere».

«L’obiettivo – ha spiegato l’assessore Mannetti – è quello di creare una struttura che sovrintenda alle fasi di presentazione, gestione e rendicontazione dei progetti europei. Grazie ad un accordo con l’Università dell’Aquila, infatti, quale partner scientifico, il personale del Comune dell’Aquila e degli altri Comuni coinvolti riceverà una formazione qualificata e specifica in questo complesso settore. In seguito a questa fase formativa verrà istituito un ufficio dedicato all’interno dell’ente, con sede in via Avezzano, dotato di un front office in grado di fornire a cittadini e imprese tutte le informazioni necessarie sui bandi europei, aiutandoli a orientarsi sulle basi delle peculiari necessità, e di seguire gli utenti nelle varie fasi procedurali. Il modello di gestione – ha proseguito l’assessore- prevede, inoltre, un sistema di newsletter per potenziare l’informazione e dei team permanenti dedicati alle tre fasi principali della progettazione europea, vale a dire presentazione, gestione e rendicontazione. Il Servizio avrà anche il compito di creare una rete territoriale di stakeholder principali e qualificati. Questo modello operativo – ha concluso l’assessore – andrà a realizzare un sistema di dialogo tra gli enti e tra questi e il territorio, in grado di definire una strategia organica e omogenea in termini di progettazione europea. L’importo totale del progetto è di 70mila euro ma andremo ad attivare, anche oltre la sua durata, un catalizzatore per l’accesso ai fondi comunitari, che costituiscono una straordinaria opportunità, ancora non adeguatamente utilizzata dagli attori del territorio e dagli stessi enti locali».

X