IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Aquila capitale italiana del jazz fotogallery

Simona Molinari chiude a Palazzo dell'Emiciclo il Jazz per le terre del sisma. Per l'anno prossimo, L'Aquila capitale del jazz.

Si chiude la maratona del Jazz per le terre del sisma, l’anno prossimo L’Aquila sarà la capitale italiana del jazz, parola di Paolo Fresu.

Gran finale con Simona Molinari per il Jazz per le terre del sisma, che da ieri mattina ha animato le vie e i luoghi storici del centro, inondandoli di musica. Nonostante qualche disagio dovuto al maltempo, che ha fatto spostare al chiuso alcuni eventi, solo qualche piccolo ritardo per il gran finale a Palazzo dell’Emiciclo, dove si sono alternate diverse formazioni, a partire dai giovani prodigi del GV3 Giuseppe Vitale.

A seguire, il mattatore della serata, il musicista-presentatore Gegé Telesforo, ha consegnato i premi alla carriera organizzato da MIdJ all’esperto batterista Gianni Cazzola e Gianni Coscia, il virtuoso musicista che ha sdoganato la fisarmonica nel mondo del jazz.

l'aquila jazz sisma

Sperimentazioni e ricerca nell’esibizione di Petra Magoni, che ha poi lasciato il palco ad Ambrogio Sparagna e i solisti dell’Orchestra popolare italiana.

Simona Molinari star del jazz all’Emiciclo.

Main event della serata, l’esibizione di Simona Molinari, che ha incantato il pubblico dell’Emiciclo con classici del jazz e pezzi propri. «Da bambina, quando abitavo proprio qui vicino – ha spiegato la stella del jazz che come sempre ha tenuto a ricordare le sue origini aquilane – i miei mi dicevano sempre dei grandi no, ai quali io reagivo chiudendomi in camera ad ascoltare musica». La “folgorazione”, ascoltando Ella Fitzgerald: «Non so cosa è successo, ma in quel momento in me è scattato qualcosa che ha determinato la mia passione per la musica e il jazz».

l'aquila jazz sisma

L’Aquila capitale italiana del jazz.

Bilancio positivo per la manifestazione del Jazz per le terre del sisma che si è conclusa a L’Aquila. Come spiegato dal direttore artistico Paolo Fresu, però, l’anno prossimo – nel decennale del terremoto – non sarà più il jazz ad “adottare” la città, ma il contrario: «L’Aquila sarà la capitale italiana del jazz». Le suggestive location e la grande risposta del pubblico, infatti, ha fatto conquistare sul campo al capoluogo di Regione, il “titolo” che conferma la voglia di rinascita e di rioccupare gli spazi sociali abbandonati dopo il sisma. Un obiettivo da raggiungere anche grazie alla musica.

X