IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Niente fretta per Belvedere, ponte sicuro

Il ponte Belvedere è sicuro, ipotesi abbattimento della palazzina da approfondire. L'esito dell'incontro tra residenti e amministrazione comunale.

Assemblea tra i residenti della palazzina sotto il ponte Belvedere con l’amministrazione comunale, i tecnici e l’Ater: il ponte è sicuro, ipotesi demolizione da valutare nel tempo.

I saggi effettuati per il ponte Belvedere hanno dato risultati soddisfacenti e non ci sono problemi di sicurezza tali da prevedere procedure affrettate per trovare una soluzione per i residenti della palazzina sottostante. Intanto si procederà come “da programma” a rifare la campata del ponte e nel frattempo si cercherà una soluzione per gli inquilini della palazzina. Questo l’esito dell’incontro di ieri pomeriggio tra residenti, amministrazione comunale e Ater. All’ordine del giorno, l’ipotesi abbattimento della palazzina, prospettata dall’amministrazione comunale, che verrà sviluppata con tutte le valutazioni del caso nei prossimi mesi, visto che non c’è nessuna urgenza di sicurezza.

Ponte Belvedere e abbattimento della palazzina, una questione di opportunità.

Nessun rischio legato alla tenuta del ponte e quindi alla sicurezza della palazzina sottostante; stando così le cose, l’ipotesi abbattimento della stessa palazzina ha tutto il tempo per essere vagliata. La questione, infatti, non riguarda la sicurezza, ma la “opportunità”: sebbene il ponte è considerato sicuro, anche in virtù dei recenti saggi, si tratta sempre di una situazione che può creare ansie e disagi agli inquilini della palazzina. L’amministrazione comunale, quindi, procederà in accordo con gli inquilini, cercando l’opportuna soluzione anche dal punto di vista burocratico-legislativo, vista l’assenza di problemi legati alla sicurezza. Dall’altra parte, però, difficilmente gli inquilini della palazzina potranno esprimersi in assenza di documenti ufficiali da parte del Comune: al momento la questione è stata affrontata “a voce”, senza atti ufficiali che richiedano una presa di posizione altrettanto ufficiale. Sembra comunque che gli inquilini non siano contrari all’ipotesi abbattimento, in presenza di una soluzione gradita, rispetto all’utilizzo degli immobili equivalenti. Intanto si procederà al rifacimento della campata del ponte, con i tempi tecnici necessari. Nel frattempo andrà presa una decisione più o meno definitiva.

X