IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Festa della Zucca 1 e 2 Settembre 2018  foto

Festa della Zucca e concorso “ZuccaArt “ il 1 e 2 Settembre 2018  a Villa Sant'Angelo.

Festa della Zucca 1 e 2 Settembre 2018  a Villa Sant’Angelo.

Proprio al termine dell’estate, una simpatica manifestazione è dedicata da Villa Sant’Angelo, ad un chilometro dalle Grotte di Stiffe, ad uno degli ultimi frutti di stagione, la colorata ‘zucca’.

La Zucca è  impiegata nella preparazione di piatti tipici, dolci e marmellate. Inoltre negli stands sono preparati piatti di trippa, salsicce, spiedini, patatine, bruschette, pizze fritte e zeppole, il tutto  immerso nella musica e nei balli sulla ampia e rifatta pista.

Nell’ambito della festa, che si tiene al Parco Comunale, è in programma anche il concorso “ZuccaArt “.
Le grosse cucurbitacee, intagliate abilmente dai paesani ed illuminate all’interno per valorizzarne i trafori, sono  esposte nel Parco Comunale e gareggeranno per il titolo annuale.

Da qualche anno al concorso sono presentati lavori presentati da persone provenienti dai paesi limitrofi.
L’usanza risale nel tempo, e le zucche così preparate erano appese agli alberi che fiancheggiavano la stradina che conduceva alla chiesa della Madonna delle Prata, dove il giorno 8 Settembre è venerata la Madonna delle Grazie.

All’epoca, alla fine  delle funzioni religiose, il luogo era talmente buio che si pensò di illuminarlo con le “lumette”,  zucche scavate al cui interno sono inseriti ceri e candele.

Alcune sere i giovani si esercitavano nelle “girande”, cartocci di granturco e paglia legati insieme,  incendiati e fatti roteare sopra  le loro teste allo scopo di incutere paura e di mostrare la loro forza ed il loro  coraggio.

L’evento viene riproposto la  sera della prima domenica di Settembre, che prevede anche la premiazione  del concorso ZuccArt.

L’epilogo della manifestazione si ha con i fuochi pirotecnici musicali e l’incendio della tradizionale “ pupazza”, abilmente preparata con fascine e viti.

X