IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Battaglia Piani Palentini, storica rievocazione

Sbandieratori, musici, mangiafuoco, dame e cavalieri concorreranno alla celebrazione di un così memorabile evento.

A Scurcola Marsicana la rievocazione storica della Battaglia dei Piani Palentini con sbandieratori, musici, mangiafuoco, dame e cavalieri.

Giunge a Scurcola il messo angioino, Re Carlo I D’Angiò chiede aiuto agli abitanti per la battaglia che da lì a poco dovrà essere combattuta. Nella piazza del Mercato si riuniscono tutti per ascoltare, e poi  decidono  e giurano di essere fedeli al re angioino.

Martedì 21 agosto alle ore 17.30 Scurcola Marsicana rievoca quel momento.  I rappresentanti delle Contrade e dei Borghi  si riuniscono in Piazza San Egidio per ripetere  gli avvenimenti che hanno poi dato vita a quelle pagine che hanno mutato  le sorti della storia d’Italia e d’Europa.  Nobil donne, cortigiane, signorotti, contadini, tutti nei loro costumi medioevali,  si dirigono verso  la Piazza del Mercato ansiosi di conoscere le notizie giunte dal Re tramite il suo messaggero. Gli spettatori potranno rivivere un fermo immagine di 750 anni fa. Il corteo poi rievoca i giochi medioevali, per finire con banchetti sontuosi.

In quel lontano 23 agosto del 1268 lo scontro avviene tra i regnanti della Casa Sveva e quella D’Angiò, una battaglia cruenta come lo sono tutte le battaglie, un corpo  a corpo che vede vittorioso Re Carlo I.

Giovedì 23 agosto 2018 alle ore 18.00, nella piazza Risorgimento, luogo centrale della Città, si potrà assistere alla rappresentazione teatrale di quello scontro storico. Sbandieratori , musici, mangiafuoco, dame e cavalieri nulla manca alla celebrazione di un così memorabile evento.

La fedeltà della popolazione, porterà ad evitare al borgo di Scurcola il saccheggio e la distruzione dopo la vittoria.  Il Re angioino nel 1274 fece erigere, sui luoghi non lontani dai campi del conflitto, la più grande e potente Abbazia Cistercense Francese dell’Italia Meridionale a cui donò la statua linea di Madonna con Bambino dal titolo “Santa Maria della Vittoria”.

Nel 750° centenario della Battaglia dei Piani Palentini  vengono celebrati quegli eventi storici che appartengono alle radici della memoria di un popolo,  l’amministrazione comunale guidata dalla Sindaco Olimpia Morgante,  il Comitato Festeggiamenti di Scurcola Marsicana ne sono consapevoli.

“…..dalle memorie di una Battaglia al viaggio tra castelli, rocche e borghi”

Nel progetto di “marsicaMedioevale”  il coinvolgimento del territorio è stato un punto di forza, lo hanno sempre ribadito i due realizzatori e coordinatori,  l’arch. Lorenzo Fallocco e l’arch. Francesca Cotini, che sono riusciti a unire,  sotto la bandiera della storia e della cultura, tante amministrazioni e associazioni dei comuni coinvolti nel percorso di Re Carlo D’Angiò e Corradino di Svevia. “marsicaMedioevale” ha il patrocinio del Ministero per i beni e le attività Culturali, l’Ambasciata di Francia Istitut Francais, la Regione Abruzzo, il Centro Studi Culturali Carlo I D’Angiò.

L’importanza delle celebrazioni che cadono proprio nel 750° anniversario della battaglia è sottolineata da due notevoli  iniziative:

Da martedì  21 agosto presso gli stands espositivi si potrà acquistare la moneta commemorativa  realizzata in Germania, con una diffusione limitata di soli 1000 pezzi in tutta Italia, unita alla dichiarazione che non esiste, a livello nazionale, nessun’altra  copia.

Il 23 agosto a partire dalle ore 15.00 fino a sera, si può ottenere l’annullo filatelico conseguito dal Comitato Festeggiamenti 750° della Battaglia presidente Luigi Del Pizzo.

scurcola marsicana

X