IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

D’Alfonso incompatibile, ultime ore per decidere

Contestata l'incompatibilità a D'Alfonso, 3 giorni per esercitare l'opzione. Dopo le dimissioni, la palla passerà a Giovanni Lolli che traghetterà la Regione fino alle prossime elezioni.

La Giunta delle elezioni del Senato ha contestato l’incompatibilità a Luciano D’Alfonso: da ieri sera, tre giorni per decidere.

Sta per festeggiare il quinto mese dalle elezioni da presidente della Regione Abruzzo e senatore della Repubblica, Luciano D’Alfonso, a cui nella serata di ieri la Giunta delle elezioni del Senato ha contestato l’incompatibilità tra le due cariche. Come da regolamento, è stato anche fissato il termine entro il quale il presidente-senatore dovrà esercitare l’opzione tra le due cariche: tre giorni a partire da ieri. Insomma, entro la fine della settimana D’Alfonso dovrà dimettersi.

Senato, D’Alfonso incompatibile. La palla torna alla Regione.

Dopo l’inattesa accelerata dei lavori della Giunta delle elezioni, la palla adesso ripassa in Regione. Una volta che D’Alfonso eserciterà l’opzione in favore del Senato, dimettendosi dalla presidenza della Regione Abruzzo, quello che resta del governo regionale, con il vicepresidente Giovanni Lolli in testa, dovrà avviare il percorso che porterà alle prossime elezioni regionali. I tempi per un voto entro fine anno sono strettissimi ma non impossibili da perseguire, molto dipenderà dal segnale che vorrà dare il centrosinistra. Se preferirà un segno di discontinuità i modi per votare subito ci sono, ma dall’altro lato sarà ancora più semplice allungare la legislatura ancora per qualche settimana. L’ipotesi principale, a questo punto, è il voto a primavera.

X