IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Il Passo Possibile, ‘le due delibere gemelle’

"Due delibere gemelle, per ironia della sorte anche nella numerazione oltre che nei contenuti" a denunciarlo i consiglieri del Passo Possibile Elia Serpetti e Antonio Nardantonio. "Resta da capire quali siano i veri motivi di una nuova delibera a distanza di un anno dalla precedente"

“Due delibere gemelle, per ironia della sorte anche nella numerazione oltre che nei contenuti”.

«Sono la n. 288 del 31 maggio 2017 (Giunta Cialente) e la n. 288 del 16 luglio 2018 (Giunta Biondi); l’oggetto della prima, mai revocata, recita “Strada di accesso Aia di Martino nella frazione di Arischia – approvazione del progetto definitivo e cofinanziamento dell’intervento dal Comune dell’Aquila”, l’oggetto della seconda riporta “Strada di accesso Aia di Martino nella frazione di Arischia – presa d’atto del progetto dell’Amministrazione separata dei beni d’uso civico di Arischia, approvazione dell’iniziativa e cofinanziamento dell’intervento da parte del Comune dell’Aquila”

«L’ennesima presa per i fondelli stavolta targata Imprudente e Biondi nei confronti dei cittadini – a dichiararlo i consiglieri del Passo Possibile Elia Serpetti e Antonio Nardantonio – : un’opera che è stata fatta passare per una novità e che invece era stata già deliberata dalla precedente amministrazione.»

«Il sindaco si è spinto persino a dichiarare che si andava a colmare una lacuna lasciata da chi lo aveva preceduto che in campagna elettorale aveva approvato l’iniziativa senza garantirne la copertura finanziaria. Ebbene, anche la copertura finanziaria è la medesima per entrambe le delibere, come uguale è il capitolo di spesa afferente. Resta da capire quali siano i veri motivi di una nuova delibera a distanza di un anno dalla precedente, se non per rivendicare un’azione già fatta da altri per coprire la mancanza di proprie visioni e strategie.»

«Imprudente e Biondi devono smettere di mistificare la realtà e spiegare ai cittadini di Arischia perché si è perso un anno per un’infrastruttura che loro stessi reputano necessaria alla frazione. Prima di rivendicare i risultati politici dovrebbero imparare a fare gli amministratori, visto che da un anno non ne vediamo neanche uno all’altezza del ruolo assegnato.»

«Quello che questa amministrazione avrebbe dovuto fare era semplicemente dare seguito alla delibera del 2017; ora invece bisognerà intavolare nuovamente una discussione con la Asbuc di Arischia per una nuova sottoscrizione sul progetto del 2016 e solo successivamente fare apposita convenzione per l’esecuzione dei lavori.»

X