IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Arrosticini abruzzesi, disciplinare già pronto

Disciplinare per gli arrosticini abruzzesi, l'assessore Pepe: "Ci avviamo verso la fase conclusiva".

L’assessore Dino Pepe risponde alle sollecitazioni sul disciplinare per gli arrosticini abruzzesi: «Percorso già attivato, necessario avviare ultima fase».

«Accogliamo con favore ogni sollecitazione del territorio in merito alla tutela e valorizzazione del prodotto locale che significa promozione del territorio e della sua economia ravvedendone tutti gli elementi utili per una discussione costruttiva e concertata». Esordisce così l’assessore all’Agricoltura, Dino Pepe, rispondendo alla riflessione formulata da Casartigiani che ha avuto ampia eco sugli organi di stampa. «Del resto – prosegue l’assessore – su questo argomento è stato già attivato un percorso che ha portato alla registrazione di un marchio regionale dell’arrosticino abruzzese, recentemente aggiornato contemperando le esigenze del mondo agricolo con quelle della moderna distribuzione».

Il disciplinare per gli arrosticini abruzzesi.

«Il deposito del marchio e del relativo disciplinare – spiega Pepe – è avvenuto proprio in questi giorni a cura dell’Associazione Regionale Allevatori (ARA) che ha nella missione istituzionale anche la valorizzazione dei prodotti locali. È necessario ora avviare l’ultima fase che prevede il coinvolgimento dei portatori d’interesse come le associazioni di categoria e degli operatori della filiera regionale al fine di attivare la commercializzazione vera e propria del prodotto a marchio. Saranno garantiti in tal modo alcuni elementi fondamentali imprescindibili: opportunità e riconoscibilità degli operatori locali e dei trasformatori del prodotto che operano nel territorio abruzzese, massima garanzia della qualità a tutela del consumatore finale, valorizzazione del territorio attraverso il marchio e dell’identità abruzzese in Italia e nel mondo».

X