IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Alessandro Rivera direttore generale del Tesoro

Alessandro Rivera dal dipartimento banche alla direzione generale del Tesoro. Un illustre aquilano ai vertici del Mise.

Il premier Giuseppe Conte ha scelto l’aquilano Alessandro Rivera come direttore generale del Tesoro.

Se a livello politico “l’aquilanità” all’interno del governo Conte targato Lega-Movimento 5 Stelle è rappresentata dal deputato Luigi D’Eramo, a livello tecnico non si ferma l’ascesa di Alessandro Rivera, attualmente responsabile del dipartimento banche del Tesoro, ma scelto dal premier Giuseppe Conte e dal ministro dell’Economia Tria come direttore generale del Tesoro. La nomina non è stata ancora formalizzata, ma l’intenzione del Governo è stata già espressa. Il presidente del Consiglio comunale dell’Aquila, Roberto Tinari, ha espresso a riguardo le più vive congratulazioni.

Rivera al Tesoro, orgoglio aquilano.

Che Alessandro Rivera fosse persona stimata ad alti livelli negli uffici del Mise era noto, ma la nomina a direttore generale del Tesoro conferma e rilancia la percezione sulla sua professionalità da parte delle più alte cariche dello Stato. Il nome di Alessandro Rivera, tra l’altro, a L’Aquila è tutt’altro che sconosciuto, anche per l’importanza che la famiglia rappresenta per il capoluogo abruzzese. Alessandro è il fratello di Vincenzo Rivera, direttore generale della Regione Abruzzo e padre Olimpia, apprezzata danzatrice classica che l’anno scorso ha superato l’Audizione Internazionale per entrare nella prestigiosa Urdang Academy di Londra, nel corso di Laurea BA (Hons) Professional Dance and Musical Theatre.

La famiglia Rivera a L’Aquila.

Le prime memorie della famiglia Rivera si fanno risalire a Pietro, signore di Collimento discendente da Oderisio dei conti dei Marsi, detto Riviera, capitano di Federico II di Svevia; la famiglia si stabilì nell’Aquila fin dalla sua fondazione, occupandone le più importanti cariche come quella di camerlengo. Al di là dell’aspetto nobiliare, i Rivera si sono da sempre distinti per le personalità che negli anni hanno composto la famiglia, che può contare varie personalità dedite agli studi giuridici e accademici come Giuseppe fondatore della Società abruzzese di Storia Patria (1888), lo storico Cesare e Vincenzo, naturalista, politico e accademico. La famiglia Rivera, che annovera anche cardinali tra i suoi componenti, ha dato lustro a L’Aquila, fondando anche l’Università, intitolata a Vincenzo Rivera.

(foto: formiche.net)

X