IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Ss 260, Pietrucci in sciopero della fame

Ritardi nella cantierizzazione del IV lotto della superstrada L'Aquila-Amatrice: Pierpaolo Pietrucci protesta e inizia lo sciopero della fame.

Il presidente dell II Commissione Pietrucci in sciopero della fame per i ritardi nei lavori del IV lotto della ss 260 L’Aquila-Amatrice.

È iniziata nella giornata di oggi la clamorosa protesta del consigliere regionale e presidente della II Commissione, Pierpaolo Pietrucci, in sciopero della fame per protestare contro i ritardi nella cantierizzazione dei lavori del IV lotto della superstrada L’Aquila-Amatrice. Una protesta che proseguirà ad oltranza, finché dall’Anas non giungeranno rassicurazioni precise.

Pietrucci: «Ritardi inaccettabili».

«Considero inaccettabili e vergognosi questi ritardi, – ha spiegato Pietrucci ai microfoni del Capoluogo.it – mi assumo sempre le mie responsabilità, ma fin dove è di mia competenza; abbiamo trovato soldi per la copertura finanziaria del III e IV lotto, abbiamo avviato le procedure gare, sono stati risolti i contenziosi in atto, ma non sono più tollerabili altre lungaggini burocratiche». La protesta andrà avanti ad oltranza e lo stesso consigliere ha annunciato che se non riceverà precise rassicurazioni valuterà altre forme di protesta, anche più radicali. Nel frattempo Pietrucci ha ricevuto la solidarietà di cittadini e istituzioni che si stanno muovendo per risolvere la situazione.

Pezzopane: «Necessaria una mobilitazione straordinaria».

«É urgente e necessaria – ha commentato la deputata PD Stefania Pezzopane – una straordinaria mobilitazione per richiamare l’attenzione sugli inaccettabili ritardi della realizzazione della superstrada L’Aquila – Amatrice. Basta prese in giro. Esprimo solidarietà al consigliere regionale del Partito Democratico Pierpaolo Pietrucci. Credo sia urgente convocare una manifestazione con tutti i cittadini del territorio che attendono riposte. Si tratta di una infrastruttura strategica che collega più regioni e comprensori provinciali, fondamentale per le popolazioni terremotate, che attraversa ben due crateri sismici del centro Italia. Da presidente della Provincia, ormai troppo tempo fa!, inaugurai una prima porzione dell’opera e non è più accettabile che a distanza di tanti anni ancora non si metta la parola fine a questo estenuante capitolo. Sto predisponendo al riguardo una interrogazione urgente al governo ed in particolare al ministero delle infrastrutture, auspicando che si attivi per la parte che gli compete a velocizzare le procedure: un’altra opportunità per il territorio che tarda ad arrivare, nonostante tavoli di lavoro ed annunci senza poi seguito. Esprimo una grande preoccupazione perché , dopo l’occasione appena sprecata alla Camera nell’ambito del processo di conversione del decreto terremoto, di dimostrare vicinanza alla nostra terra, alle popolazioni colpite dal sisma, questo allarme sulla strada L’Aquila Amatrice, rende sempre più lontani i nostri territori dai centri decisionali».

Solidarietà anche dal sindaco Biondi.

«Accade ormai troppo spesso – scrive a proposito il sindaco Pierluigi Biondi – che la burocrazia ponga dei limiti alle buone intenzioni degli enti e degli amministratori che, di fronte a una impasse che in diversi casi diventa insopportabile, porta ad azioni eclatanti come quelle del consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci, al quale esprimo la mia solidarietà. Scriverò una nota ad Anas per chiedere ufficialmente quando inizieranno le opere necessarie al completamento di un’opera che un territorio colpito da due devastanti terremoti attende da troppi anni».

X