IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

AAA Avvisi pubblici Cultura cercansi

Il PD dell'Aquila esprime preoccupazione per la mancata selezione pubblica degli eventi da ricomprendere nel fondo del 4%. Secondo Costanzi a rischio l’erogazione dei finanziamenti.

Eventi culturali Comune dell’Aquila: attività culturali da individuare con avviso pubblico senza avviso pubblico.

Restart: Erogazione finanziamenti a rischio.

«Sono consapevole, come tutti, dell’affanno che questa Amministrazione sta evidenziando sull’organizzazione degli eventi culturali cittadini – ha dichiarato Fabiana Costanzi, responsabile Cultura Partito Democratico – L’Aquila – , con la rendicontazione afferente alla Perdonanza 2017 effettuata solo pochi giorni fa e con la predisposizione del programma culturale della Perdonanza 2018 che ha avuto una apertura e chiusura dei termini a giugno, cioè quasi a ridosso dell’evento stesso.»

«La cultura necessita sempre di una pianificazione politico amministrativa attenta e mai approssimata e frettolosa,
soprattutto se consideriamo che con l’edizione 2018 della Perdonanza celestiniana, L’Aquila sarà sotto i riflettori della Commissione Unesco.»

 

Programma ReStart: programmazione e indirizzo

La delibera di Giunta n.256 del 22/6/2018 “Programma di sviluppo ReStart, intervento sviluppo delle potenzialità culturali per l’attrattività turistica del cratere” prevede la programmazione dei fondi del 4% per l’anno corrente e l’atto di indirizzo da inviare ai Settori di competenza dell’Ente.

«All’interno della stessa delibera si nota che il filone B, relativo alle attività e ai programmi di promozione dei servizi turistici e culturali riguardanti il Comune dell’Aquila per una somma complessiva di euro 800.000,00, sia stato
suddiviso in due sottocategorie:

  • la prima finanzierà con euro 600.000,00 la Perdonanza celestiniana (euro
    160.000,00) il Jazz Italiano per L’Aquila (euro 80.000,00), I Cantieri dell’Immaginario (euro 240.000,00), La Notte dei Ricercatori (euro 60.000,00) e il Festival della Montagna (euro 60.000,00);
  • la seconda categoria finanzierà attività culturali da individuare in un secondo momento a seguito di avviso pubblico.»

 

Le Linee Guida e la mancata selezione pubblica

Ma nella stessa delibera si fa esplicito riferimento alle Linee Guida di attuazione dei fondi del 4% finalizzati a Cultura e Turismo contenute in una Delibera di Giunta (n.99/2017) della precedente amministrazione.

Dalla lettura delle Linee Guida si evince chiaramente che “per l’individuazione dei beneficiari descritti nel
filone B si provvede per ogni annualità attraverso specifici bandi”.

Inoltre le Linee Guida ribadiscono che “le proposte progettuali saranno valutate secondo scheda tecnica indicante i criteri di selezione e gli indicatori di valutazione”.

«A queste considerazioni non posso fare altro – conclude Costanzi – che far seguire l’ulteriore preoccupazione che la mancata selezione pubblica degli eventi da ricomprendere nel fondo del 4%, pur riconoscendo la validità strategica di quelli inseriti, possa far correre dei rischi nell’erogazione dei finanziamenti.»

X