IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Petrocchi torna a Collemaggio da cardinale

S.E. monsignor Giuseppe Petrocchi domani celebrerà a Collemaggio la sua prima messa da cardinale, alla presenza delle massime autorità religiose, militari e civili.

Dopo cinque secoli una giornata storica per L’Aquila che domani accoglierà S. E. Giuseppe Petrocchi per la sua prima messa da cardinale a Collemaggio.

Tutto pronto a Collemaggio per la prima messa da Cardinale di S. E. Mons. Petrocchi. Allestito anche un maxi schermo sul prato della Basilica. La stessa Basilica in cui S.E. monsignor Petrocchi, il 7 luglio di cinque anni fa, iniziò il suo ministero pastorale in terra Aquilana, domani, alle ore 18, lo accoglierà come Cardinale per la sua prima Messa in città.

Petrocchi: «Voglio essere un sì al Signore per la Chiesa e per il mondo».

Dopo cinque secoli dagli ultimi tre cardinali vescovi che hanno guidato la Chiesa Aquilana (Amico Agnifili, Giovanni Piccolomini, Pompeo Colonna), L’Aquila, dunque, domani accoglierà il suo Cardinale Arcivescovo.  Scortato dai Carabinieri in moto, il Cardinale arriverà in viale di Collemaggio, dove all’inizio del prato antistante la Basilica lo accoglierà il Generale di Brigata Giuseppe di Giovanni, Comandante del presidio militare abruzzese dell’Esercito. Accompagnato dal Generale Comandante, il Cardinale Giuseppe Petrocchi passerà in rassegna 3 plotoni schierati composti da 18 militari ciascuno, appartenenti rispettivamente al 9° Reggimento Alpini, al Comando provinciale dei Carabinieri e alla Guardia di Finanza-Scuola Sottufficiali. Alla fine del prato, sul sagrato della Basilica, troverà ad attenderlo alcuni rappresentanti delle Confraternite e delle Aggregazioni Laicali con il Sindaco del Capoluogo dott. Pierluigi Biondi che accompagnerà Sua Eminenza all’interno della chiesa. Varcata la soglia di Collemaggio, il Cardinale bacerà il Crocifisso portato dall’Arcidiacono del Capitolo Metropolitano, Can. Sergio Maggioni e aspergerà se stesso e i presenti con l’acqua lustrale. Insieme al Sindaco e preceduto dai Canonici percorrerà la navata centrale della Basilica celestiniana fino a recarsi al mausoleo del Santo Papa Pietro Celestino dove sosterà in preghiera. Subito dopo si recherà in sagrestia  per rivestire i paramenti liturgici e iniziare così la solenne celebrazione eucaristica animata dal Coro di Collemaggio diretto dal M° Simone Desideri. Alla concelebrazione parteciperanno alcuni Vescovi tra cui il vice presidente della Conferenza Episcopale Abruzzese-Molisana mons. Gianfranco De Luca, Vescovo di Termoli-Larino, e il Clero Aquilano. A dare il benvenuto al neo Cardinale, a nome dell’intera Chiesa Aquilana, all’inizio della celebrazione sarà l’Arcivescovo Emerito, mons. Giuseppe Molinari.

Per volontà del Cardinale Arcivescovo Giuseppe Petrocchi, le offerte raccolte durante la celebrazione saranno interamente devolute alla Parrocchia San Giovanni da Capestrano in Cansatessa per la costruzione della nuova Chiesa e dei nuovi ambienti pastorali.

Al termine, prima che il Cardinale dia la Benedizione papale con annessa indulgenza plenaria, il Sindaco rivolgerà il suo saluto all’Arcivescovo a nome di tutta la Municipalità.

«Voglio mettermi alla Scuola di Maria – si legge nel ricordino che sarà distribuito a tutti – per essere un sì al Signore nella Chiesa e nel mondo». Questi i sentimenti con cui mons. Petrocchi vivrà il suo servizio da Cardinale nella Chiesa.

 

L’Arcidiocesi ha predisposto anche un maxi schermo posto all’esterno della basilica sul lato destro che proietterà le immagini della celebrazione, ripresa dall’emittente LAQTV.

 

X