IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Pineta di San Giuliano, 3 milioni nel cassetto

Dal 2014 tre milioni di euro fermi nel cassetto per la bonifica della Pineta di San Giuliano, scatta l'interrogazione.

Dal 2014 disponibili 3 milioni di euro per la bonifica della Pineta di San Giuliano, andata a fuoco nel 2007, ma lentezze burocratiche rallentano la realizzazione del progetto.

«Un’area molto vasta, comprendente la pineta di San Giuliano, è stata ferita e devastata sul piano naturalistico dall’incendio doloso del 2007 ed aspetta che siano eseguiti i lavori di ripristino e di bonifica, finanziati con l’indennizzo dell’assicurazione, per un importo di tre milioni, disponibili dall’anno 2014». Lo ricorda il consigliere comunale di Cambiare Insieme – Idv, Lelio De Santis, che a proposito ha presentato un’interrogazione all’assessore Emanuele Imprudente.

Bonifica San Giuliano, il progetto e le lentezze burocratiche.

«Il progetto – scrive De Santis – è stato redatto da tempo dall’Ufficio Ambiente del Comune, di concerto con il Comando de Corpo Forestale e con la consulenza dell’Università dell’Aquila, ma stenta ad essere realizzato per lentezze burocratiche e per mancanza di personale. Ritengo che sia veramente imperdonabile ed ingiustificato ogni altro ritardo nell’appalto e nell’esecuzione degli interventi di ripristino ambientale per assicurare la fruizione della pineta tanto cara agli Aquilani, che aspettano risposte possibilmente in tempi brevi e certi. Le difficoltà ed i ritardi nell’espletamento degli interventi, non imputabili certamente all’unico e volenteroso funzionario incaricato allo scopo, devono essere superati presto, anche rafforzando l’organico dell’Ufficio comunale. A tal fine, ho presentato un’apposita interrogazione all’assessore al ramo, Emanuele Imprudente».

X