IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Scampagnata a San Pietro al Morrone

Anche quest’anno si ripropone l’antica tradizione della scampagnata alla chiesetta (sec XII) di San Pietro al Morrone, nella quale dopo 9 anni dal terremoto del 6 aprile 2009, da qualche mese, sono in corso lavori di ristrutturazione e consolidamento.

La parrocchia di Santa Maria Assunta di Paganica in collaborazione con l’Associazione Culturale “La Fenice” ripropone l’antica scampagnata a San Pietro al Morrone.

La scampagnata è prevista per sabato 30 Giugno,  con partenza alle ore 9,30 dalla fonte di S. Antonio. Tutti sono invitati a partecipare.

La tradizione

Anche quest’anno si ripropone l’antica tradizione della scampagnata alla chiesetta (sec XII) di San Pietro al Morrone, nella quale dopo 9 anni dal terremoto del 6 aprile 2009, da qualche mese, sono in corso  lavori di ristrutturazione e consolidamento da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali per il Turismo – U.C.C.R. Abruzzo.

Grazie all’intervento, questo piccolo tempio intriso di storia, potrà essere tramandato alle future generazioni. Per questo motivo, sia la SS. Messa officiata dal parroco Don Dionisio, che il pranzo si svolgeranno negli spazi antistanti della vicina sorgente di Forma.

La storia

La chiesetta si ritrova censita già nel 1312, (“Rationes Decimarum Italiae” Aprutium-Molisium,  che tratta di “Decima e Censi Vescovili”) come San Petri ad Marginem. Dopo la canonizzazione di San Pietro al Morrone avvenuta il 5 maggio 1313, fu ri – denominata al Santo Eremita per la mediazione di Papa Celestino verso il Re Carlo II D’Angiò, avvenuta nell’agosto del 1294, per il rientro all’Aquila di 64 capi famiglia paganichesi, i quali erano stati “esiliati”, a seguito della “briga” tra Paganica e Bazzano.

Anche la Chiesa Aquilana prese atto, all’epoca, di questo evento che divenne parte integrante di una Laude medievale che si recitava la domenica alla Chiesa di Collemaggio:  …… – “Aquila in divisione assai trovasty, che l’un castello all’altro facea guerra; venisty in questa terra e l’un coll’altro tucti li apparasty)”.  L’intercessione di Papa Celestino su questo fatto storico, fu molto apprezzato dal popolo aquilano, tanto da parlare di  “Perdonanza Laica”.

Nell’ambito della 724^ Perdonanza Celestiniana, mercoledì 22 agosto, il 39° Fuoco del Morrone dopo una breve sosta alla chiesetta di San Pietro al Morrone, con la fiaccola portata dai vincitori tra i Rioni della “Corsa del Cappello” farà sosta notturna a Paganica.

scampagnata a San Pietro del Morrone

X