IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Cinghiali, da emergenza a prodotto tipico

Tra le ipotesi di intervento discusse la filiera delle carni del cinghiale che può rappresentare una soluzione ottimale.

Emergenza cinghiali, tra le ipotesi una filiera delle carni per trasformare quello che attualmente è un grande problema in una risorsa. Insediato il tavolo tecnico.

“Occorre strutturare percorsi condivisi che consentano di mettere in campo metodologie di intervento efficaci e risolutive sia all’interno delle aree protette che nel resto del territorio regionale”. Con queste parole l’assessore ai Parchi e alle riserve Lorenzo Berardinetti ha insediato a L’Aquila, il tavolo tecnico regionale per la protezione delle colture e degli allevamenti dalla fauna selvatica per una programmazione ed opportune strategie di intervento. In questa prima riunione sono state esaminate le esigenze specifiche del territorio della provincia di L’Aquila.

Il gruppo di lavoro ha una funzione consuntiva e propositiva attraverso studi e approfondimenti tematici, proposte di metodologia di intervento e di modifica di leggi e regolamenti. Ne fanno parte, oltre all’assessore, Berardinetti in qualità di Presidente, il presidente della commissione consiliare Agricoltura, Antonio Innaurato, il direttore generale Vincenzo Rivera, il capo dipartimento Politiche agricole e pesca Antonio Di Paolo, i dirigenti regionali Bruno Celupica e Giovanna Andreola, il direttore del parco Velino Sirente Oremo Di Nino.

Tenere sotto controllo il proliferare delle popolazioni di ungulati

“Tra le ipotesi di intervento discusse – ha proseguito l’assessore Berardinetti – quella della filiera delle carni del cinghiale, può rappresentare una soluzione ottimale. Nei prossimi giorni torneremo a riunirci coinvolgendo nella discussione ulteriori portatori di interessi, analizzando tutti i contenuti utili da inserire in uno specifico protocollo di intesa, al quale stanno già lavorando gli uffici della Regione e che sarà sottoscritto a breve. Sono certo che le aree protette, che per l’Abruzzo rappresentano un valore inestimabile, saranno protagoniste di questa fase nuova. Discorso specifico merita invece il ruolo delle Polizie provinciali dobbiamo consentire a questi agenti di avere specifica competenza sull’intero territorio regionale senza più le limitazioni relative ai singoli territori provinciali”.

Il presidente della commissione agricoltura Antonio Innaurato ha rimarcato come il problema della gestione del cinghiale è molto sentito tra la popolazione abruzzese, in particolare degli agricoltori. Nonostante gli sforzi profusi e le azioni messe in campo da parte degli enti preposti l’emergenza resta attuale e per tanto bisogna dare più impulso alle azioni di contenimento. Per tanto risulterà utile analizzare nelle prossime sedute le peculiarità per singoli territori provinciali adottando misure e provvedimenti omogenei di carattere regionale. Il presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, ha apprezzato l’iniziativa di raccordo della Regione dichiarandosi sempre disponibile a dare il contributo dell’Ente Provincia ad una tematica così importante che sta avendo connotati anche di carattere sociale. Ha inoltre annunciato che la Provincia sta lavorando al recupero di somme importanti destinate agli indennizzi per i danni fino ad ora non utilizzate.

X