IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Scoppito, sostituiti i consiglieri dimissionari

Consiglio comunale di Scoppito, Renzetti e Mancini subentrano ai consiglieri dimissionari.

Surroga dei consiglieri dimissionari: per l’opposizione entrano Renzetti e Mancini.

Durante l’ultima seduta, il Consiglio comunale di Scoppito ha surrogato i consiglieri dimissionari della lista “Scoppito nel Cuore” che sono stati sostituiti da Emiliano Renzetti e Marco Mancini.

Scoppito, Renzetti e Mancini: «Faremo opposizione costruttiva».

«Senza entrare nel merito delle motivazioni che hanno portato alle dimissioni dei due consiglieri della nostra lista “Scoppito nel Cuore”, – scrivono i nuovi consiglieri Renzetti e Mancini – ci sembra doveroso comunicare alla cittadinanza che abbiamo accettato la carica di consigliere comunale con entusiasmo e che intendiamo svolgere il nostro mandato con lo stesso impegno con il quale ci siamo fatti conoscere durante la campagna elettorale. In questo momento molto delicato della vita del nostro comune, che sta affrontando scelte difficili ed importanti per il suo futuro, ci sentiamo di rassicurare tutti coloro che ci hanno accordato la fiducia con il voto alle elezioni amministrative dell’11 giugno 2017, che la lista “Scoppito nel Cuore” è oggi più che mai presente sia in Consiglio Comunale sia sul territorio e manterrà fede al programma elettorale sottoscritto. La nostra azione sarà sempre volta non solo a tutelare i legittimi interessi dei cittadini ma anche a ricordare a tutti la necessità di una politica più dinamica che riesca a raggiungere gli obiettivi prefissati in un tempo ragionevole. Intraprenderemo, fin da subito, tutte le iniziative necessarie per portare a compimento un’opposizione costruttiva al fine di rendere più vivace anche il dibattito politico che è sempre stato stagnante con i consiglieri trincerati sulle proprie posizioni. Porteremo in Consiglio le nostre proposte per rendere la macchina amministrativa più efficiente nella speranza di trovare, nella maggioranza, un attento interlocutore.  Siamo certi che il nostro compito non sarà dei più semplici in quanto storicamente l’opposizione è stata sempre relegata in consiglio ad un ruolo marginale; per questo motivo, il nostro impegno sarà volto a dimostrare che anche il ruolo delle minoranze è importante e propulsivo e non deve limitarsi ad un semplice controllo democratico sull’altrui operato».

X