IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Guardie mediche, pronta la proposta di legge

Già durante la prossima riunione di Consiglio reguionale potrebbe essere approvata la proposta di legge per le indennità delle guardie mediche.

Indennità delle Guardie mediche, pronta la legge per chiudere le polemiche. Paolucci, Febbo e Sospiri: «Confidiamo di poterla approvare in aula già martedì 12 giugno».

«Come convenuto ieri durante i lavori della Commissione di Vigilanza, questa mattina stessa abbiamo presentato il progetto di legge finalizzato a porre fine contenzioso nato dall’intervento della Corte dei Conti sulle indennità percepite dai medici di guardia durante gli anni scorsi». É quanto comunicano in una nota congiunta i consiglieri regionali di Forza Italia, Mauro Febbo, Lorenzo Sospiri e l’Assessore regionale Silvio Paolucci.

La legge sull’indennità delle Guardie mediche.

«Lo spirito della legge con cui riusciremo a porre fine all’ annosa querelle – prosegue la nota congiunta – è quello di confermare l’indennità integrativa ai medici di guardia, riconosciuta per l’ attività svolta in quanto correlata allo svolgimento della attività di Continuità Assistenziale a garanzia del miglioramento dei servizi ai cittadini e dell’integrazione tra professionisti operanti nel settore delle prestazioni assistenziali della Medicina Convenzionata. L’indennità in oggetto si intende finalizzata alla remunerazione delle particolari e specifiche condizioni di disagio e difficoltà in cui vengono rese le prestazioni sanitarie al fine di garantire i livelli essenziali di assistenza e del contributo offerto, anche in termini di disponibilità, allo svolgimento di tutte le attività, essendo prioritariamente orientate a promuovere la piena integrazione tra i diversi professionisti della Medicina Generale ed a garantire migliori standard qualitativi delle prestazioni sanitarie. Abbiamo coinvolto il Presidente del Consiglio Regionale Giuseppe Di Pangrazio affinché si velocizzi l’iter per l’approvazione di questa legge dichiarata urgente e auspichiamo che si possa arrivare alla sua approvazione già nella prossima seduta del Consiglio Regionale, prevista per martedì 12 giugno».

X