IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Riorganizzazione uffici, L’Aquila ci guadagna

Intervista al direttore generale della Regione Abruzzo, Vincenzo Rivera, sull'ipotesi di riorganizzazione degli uffici regionali: "Nessun danno per L'Aquila".

Le precisazioni del direttore generale della Regione Abruzzo, Vincenzo Rivera: «Polemica incomprensibile, non stiamo trasferendo un bel niente a Pescara».

Riorganizzazione degli uffici regionali, a seguito delle polemiche sollevate dai sindacati sulla presunta volontà della Regione di spostare alcuni centri decisionali da L’Aquila a Pescara, Il Capoluogo.it ha interpellato il direttore generale Vincenzo Rivera, che ha spiegato nel dettaglio l’ipotesi riorganizzativa degli uffici: «Non stiamo trasferendo un bel niente, c’è semplicemente un atto di riorganizzazione parziale che prevede una nuova formulazione per il Dipartimento dei Trasporti che dovrebbe diventare Infrastrutture e Trasporti e per il Dipartimento Opere pubbliche».

L’ipotesi di riorganizzazione uffici e polemiche: «L’Aquila ci guadagna».

«Questa polemica – ha spiegato il direttore Rivera ai microfoni del Capoluogo.it – è incomprensibile; in questo momento mi trovo al Dipartimento dei Trasporti che è integralmente a Pescara e che diventerà Dipartimento di Infrastrutture e Trasporti che avrà sede sia a L’Aquila che a Pescara e avrà al suo interno il trasferimento in termini di coordinamento di alcuni servizi che attualmente sono sotto il Dipartimento Opere pubbliche, che sta sia a L’Aquila che a Pescara. Quindi un Dipartimento oggi tutto pescarese diventa anche aquilano. Un dipartimento è rappresenato dalla somma dei servizi e dove ci sono questi servizi c’è la sede del Dipartimento». Anche a livello decisionale, il direttore Rivera spiega che nulla cambierà, proprio in virtù del fatto che «i Dipartimenti non hanno sede legale, ma sono dove sono i servizi; dirigenti e personale restano dove stanno».

Ulteriore riordino riguarda anche la Protezione civile: «Anche qui, viene tolta dal Dipartimento Opere pubbliche che ha la doppia sede, sia a L’Aquila che a Pescara, e viene creata una gestione indipendente che avrà sede solo a L’Aquila. Quale dovrebbe essere il danno per la città?».

X