IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Ocre, centro estivo contro la povertà educativa

Un centro estivo contro la povertà educativa arriva nel comune aquilano di Ocre, per promuovere una formazione consapevole dei giovani del territorio, che saranno il futuro della comunità.

Un centro estivo contro la povertà educativa arriva ad Ocre. L’evento aderisce alla campagna “Illuminiamo il Futuro”, promossa da Save the Children.

Un centro estivo contro la povertà educativa arriva nel comune aquilano di Ocre, per promuovere una formazione consapevole dei giovani del territorio, che saranno il futuro della comunità. Dopo il successo riscosso con la Comunità Educante “Centro Urrà!” sita a Navelli, la Cooperativa Sociale Zoé e Bìos intende estendere i servizi offerti dai professionisti di cui dispone (Psicologi, Educatori, Assistenti Socieli, Nutrizionisti) anche al comune di Ocre ed alle zone limitrofe.
La Cooperativa, infatti, forte dell’esperienza maturata, si ripropone con l’apertura di un secondo “Centro Urrà!” sito presso Valle-Cavalletto d’Ocre in Via Montesoro (nell’ex edificio scolastico). Tutte le attività che si svolgeranno, avranno l’intento ludico-ricreativo, ma ponendo sempre il focus sull’obiettivo finale: la prevenzione ed il contrasto della povertà educativa. Per il periodo estivo il servizio verrà esteso ai bambini dai 4 ai 15 anni dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle 17.30.
“Affrontiamo questa nuova sfida con entusiasmo ed ottimismo, consapevoli che il nostro lavoro può e deve offrire un valore aggiunto al territorio”, spiega la rappresentante legale di Zoé e Bìos, la dottoressa Serena Spezza, forte del risultato straordinario del Centro di Navelli.
“Ci è stata offerta l’occasione di contribuire attivamente al rifiorire di questo territorio, contrastando e prevenendo con mezzi concreti la povertà educativa che vede l’Abruzzo al sesto posto a livello nazionale tra le regioni con il tasso più alto – ha precisato – il dottor Raffaele La Tosa, vice presidente e psicologo di Zoé e Bìos – Grazie, infatti, all’amministrazione del comune di Ocre e nella fattispecie del vice sindaco Matteo D’Antonio (resosi partecipe attivamente sin dalla fase progettuale) la Cooperativa potrà disporre di un edificio che, seppur nuovo di ristrutturazione, è stato simbolo per anni di formazione e cultura di intere generazioni. Siamo orgogliosi, quindi, di cogliere tale sfida nel ‘passaggio del testimone’”.
Nella squadra Zoé e Bios non poteva mancare una biologa nutrizionista, la dottoressa Mariangela Di Biccari, che sottolinea, “l’età infantile/adolescenziale rappresenta il “terreno più fertile” per la prevenzione della salute (anche in ambito nutrizionale). In Abruzzo i dati relativi alle cattive abitudini alimentari e, ancor peggio, quelli inerenti i Disturbi del Comportamento Alimentare (anoressia, bulimia, obesità ecc..) sono allarmanti! Tramite il gioco è possibile trasmettere insegnamenti e nozioni importanti, che il bambino porterà con sé tutta la vita”.
Il vice sindaco di Ocre, Matteo D’Antonio, ringrazia tutti i ragazzi di Zoé e Bios, per il loro impegno. “In questo momento storico particolare l’aggregazione e la socializzazione di bambini e ragazzi è sempre più difficile: è di pochi giorni fa un rapporto di Save the Children che colloca la nostra città tra le prime in Italia ‘VIETATE AI MINORI’. In tale contesto offrire ai nostri figli un’iniziativa come quella che Zoé e Bìos organizza non può essere che un vantaggio per l’intera comunità. Per questo motivo ho creduto e credo fortemente nel progetto. Ringrazio la Cooperativa Zoé e Bìos per l’impegno profuso, i colleghi dell’amministrazione comunale e tutti i dipendenti del Comune che hanno permesso lo sviluppo del progetto. Aspetto le famiglie il 9 giugno per poterne parlare di persona, sicuro che resteranno soddisfatte del programma e dell’organizzazione”.
Le attività avranno inizio in data 11 giugno e, al fine di far conoscere la qualità del servizio offerto, la prima settimana sarà gratuita.
Bambini e ragazzi saranno coinvolti quotidianamente in attività laboratoriali:
– Coltiviamo insieme;
– Alfabetizzazione Emotiva;
– Educazione Alimentare;
– Sport;
– Giochi del passato;
– Riciclo Creativo;
– Psicomotricità;
– Composizioni musicali e balli.
Tali attività saranno svolte sempre e comunque coinvolgendo e divertendo tutti i partecipanti.
Al fine di rendere questa opportunità accessibile a tutti, Zoé e Bìos ha stabilito, seguendo un principio democratico, di attuare delle tariffe in relazione al Modello ISEE.
In data 9 giugno alle ore 17 presso Valle-Cavalletto d’Ocre in via Montesoro, si terrà l’OPEN DAY; l’evento aderisce alla campagna “Illuminiamo il Futuro” promossa da Save the Children e rappresenterà un’occasione per illustrare il progetto a tutti i cittadini interessati.
Per maggiori informazioni e/o chiarimenti contattare:
Serena Spezza: 320 7164556
Raffaele La Tosa: 320 8822297 /info@zoeebios.com
Mariangela Di Biccari: 3208823728

X