IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Ryanair: offerte dall’aeroporto di Catania

Alcune delle principali tratte Ryanair per l’Italia e l’estero in partenza dall’Aeroporto Vincenzo Bellini di Catania-Fontanarossa beneficeranno di uno sconto del 20%. Le principali destinazioni interessate dalla promozione sono: Roma, Milano, Pisa, Bologna, Cagliari, Trieste e Perugia (per quanto riguarda l’Italia; Berlino, Malta, Atene, Madrid, Marrakech e Siviglia per ciò che concerne l’estero.

Ryanair: pacchetto di offerte scontate dall’aeroporto di Catania.Per chi progetta un volo Milano-Catania – ma anche Roma-Catania, Bologna-Catania, Cagliari-Catania e molte altre tratte – e ritorno ci sono importanti novità, appena annunciate da Ryanair.

La compagnia irlandese, da sempre attenta all’implementazione delle proprie politiche di customer care, ha infatti inaugurato una promozione che riguarda espressamente l’hub etneo.
Alcune delle principali tratte Ryanair per l’Italia e l’estero in partenza dall’Aeroporto Vincenzo Bellini di Catania-Fontanarossa beneficeranno di uno sconto del 20%. Le principali destinazioni interessate dalla promozione sono: Roma, Milano, Pisa, Bologna, Cagliari, Trieste e Perugia (per quanto riguarda l’Italia; Berlino, Malta, Atene, Madrid, Marrakech e Siviglia per ciò che concerne l’estero. L’offerta è valida solo per le prenotazioni effettuate entro il 22 maggio 2018 e per i voli compresi tra maggio e settembre.

Un anticipo di estate

L’offerta rientra in un piano aziendale ben preciso, che intende promuovere i voli Ryanair in Italia e in Europa nel corso della stagione calda. Infatti, come avviene regolarmente ormai da numerosi anni, la compagnia guidata da Michael O’Leary investe una considerevole quantità di risorse nella fidelizzazione del cliente, lusingandolo mediante offerte cui è oggettivamente difficile sottrarsi.

Nello specifico, Ryanair punta ad alleggerire in maniera significativa le spese dei propri clienti per le ferie e/o le vacanze estive. Pertanto, c’è da aspettarsi che iniziative promozionali analoghe a quella che in questi giorni sta investendo l’aeroporto catanese vengano replicate – con maggiori o minori varianti, a seconda dei casi – presso altri hub e lungo altre tratte. L’obiettivo, neanche tanto occulto, è quello di fare di Ryanair il vettore di fiducia della popolazione dei vacanzieri: il risultato, sul lungo periodo, dovrebbe essere l’aumento del volume dei passeggeri nei periodi di cosiddetta alta stagione, attratti dal rapporto tra qualità del servizio e prezzi ma anche dalla vasta offerta di voli, capace di coprire tutti – o quasi – gli itinerari turistici più battuti.

Una strategia ad ampio raggio

Tale iniziativa, al pari di molte altre già messe in atto nei primi mesi del 2018, non fa altro che consolidare la posizione di Ryanair come azienda leader dei voli low cost, in Europa e non solo. Una strategia promozionale la cui efficacia viene confermata dai lusinghieri risultati economici conseguiti dalla compagnia irlandese nel corso dell’ultimo anno fiscale, con un incremento dei passeggeri di oltre il 9% rispetto al precedente esercizio di bilancio e un aumento di circa il 10% dell’utile netto. Tutto ciò a dispetto delle montanti polemiche e dei frequenti disservizi – migliaia di voli cancellati, pubbliche denunce riguardanti le condizioni di lavoro dei dipendenti della compagnia – che sempre più spesso stanno investendo l’azienda con sede a Dublino. Evidentemente nulla di tutto ciò sembra interessare i clienti Ryanair – occasionali o abituali che siano –, attratti dall’idea di ottimizzare al massimo le proprie risorse pecuniarie.

D’altronde, Ryanair offre il vantaggio di disporre di servizi a bordo della stessa qualità di una buona classe economica di qualsiasi compagnia di bandiera, uniti a una densità di tratte e di voli che conosce pochi eguali, almeno per quanto riguarda il Vecchio Continente. Inoltre, in merito alla peculiare situazione italiana, l’attenzione della compagnia è apicale, e anche se alcune tratte interne minori sono state eliminate dalla loro mappa la politica generale è nettamente votata all’espansione: prova ne siano i nuovi voli da e per Lamezia Terme e Olbia e il potenziamento dei servizi all’interno dell’hub di Cagliari (scalo privilegiato della compagnia in Sardegna), ma soprattutto la massiccia campagna di assunzioni intrapresa sul suolo italiano già da alcune settimane e ormai avviata alla conclusione.

Riuscirà una linea aziendale così aggressiva a ripagare degli investimenti anche sul lungo periodo? Difficile dare una risposta sulla base dei pochi dati che Ryanair mette pubblicamente a disposizione. Di sicuro, i bilanci dei prossimi anni diranno molto a riguardo. Nel frattempo l’utente medio in cerca di voli a buon mercato ne trae tutti i legittimi vantaggi che può in termini di risparmio…

X