IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Castelnuovo diventa set cinematografico fotogallery

Grande fermento stamattina a Castelnuovo per la presenza del regista Gabriele Mainetti e degli attori Claudio Santamaria e Giorgio Tirabassi per le riprese di Freaks Out.

Grande fermento stamattina a Castelnuovo per la presenza del regista Gabriele Mainetti e degli attori Claudio Santamaria e Giorgio Tirabassi.

set castelnuovo
 
set castelnuovo
 
set castelnuovo

Il paese è stato rianimato dalla troupe numerosa che questa stamattina sta girando alcune scene tra le rovine del paese terremotato.

Castelnuovo è tra i borghi più devastati dal terremoto: cinque vittime e il 90% delle abitazioni crollate o gravemente danneggiate.

 

 

Il film

Mainetti, Santamaria e Tirabassi saranno impegnati oggi nel paese aquilano per girare alcune scene di Freaks Out, la seconda opera di Mainetti, che sarà girata tra Roma, l’Abruzzo e la Calabria, da un un soggetto originale di Nicola Guaglianone e una sceneggiatura scritta a quattro mani da Guaglianone e Mainetti.

Nel cast, oltre Santamaria e Tirabassi ci saranno la sedicenne Aurora GiovinazzoPietro Castellitto, figlio dell’attore Sergio, Giancarlo MartiniMax Mazzotta, l’attore tedesco Franz Rogowski apparso nell’ultimo Haneke (Happy End) e nei recenti film di Christian Petzold (Transit, In the aisles).

Le musiche saranno ancora una volta co-firmate da Michele Braga e dallo stesso Mainetti.

 

La storia

Matilde, Cencio, Fulvio e Mario sono come fratelli quando il dramma della seconda guerra mondiale travolge Roma. Siamo nel ‘43, nel pieno del conflitto, e la città eterna ospita il circo in cui lavorano.

Israel, il proprietario e loro padre putativo, scompare nel tentativo di aprire una via di fuga per tutti loro oltre oceano.

I nostri quattro protagonisti sono allo sbando. Senza qualcuno che li assista ma, soprattutto, senza il circo, hanno smarrito la loro collocazione sociale e si sentono solo dei fenomeni da baraccone, “a piede libero” in una città in guerra.

 

Curiosità

La troupe è stata ospite dell’agriturimo Terre di Solina a Capestrano.

 

foto tratta da Blasting News

X