IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

La Bellezza resta., a L’Aquila l’arte virale

Si intitola La bellezza resta. il progetto promosso dal Teatro Binario 7 di Monza e dall’Associazione Heart–pulsazioni culturali di Vimercate (Mb), che approda all'Aquila in una mostra di 33 opere di artisti contemporanei, negli spazi del Palazzetto dei Nobili.

Appuntamento a L’Aquila con ‘La bellezza resta.’, in mostra l’arte virale con trentatrè artisti che raccontano la gioia di vivere.

Si intitola La bellezza resta. il progetto promosso dal Teatro Binario 7 di Monza e dall’Associazione Heart–pulsazioni culturali di Vimercate (Mb), che approda all’Aquila in una mostra di 33 opere di artisti contemporanei, negli spazi del Palazzetto dei Nobili.

La collettiva verrà inaugurata il prossimo 12 maggio alle ore 18 e resterà in esposizione fino al 27 maggio.

La bellezza resta. ha avuto inizio nel giugno del 2016 e si è diffusa fino a oggi con iniziative di diverso genere. In questi due anni sono stati organizzati azioni ed eventi diversi, finalizzati alla riflessione sul tema della gioia di vivere dal punto di vista di differenti discipline: dalle arti figurative al teatro, dalla letteratura alla filosofia, dalla poesia alla musica, dal cibo alla fotografia. Nato nel territorio delle province di Monza e Brianza, di Milano e di Lecco, il progetto è poi stato adottato anche da altre realtà, quali Piacenza (in collaborazione con BiffiArte, maggio 2017) e Brescia (nell’ambito del progetto Studipraticabili, ottobre 2017).

Quella dell’Aquila è una tappa profondamente simbolica per La bellezza resta., che qui assume il valore specifico di una riflessione sulla necessità di sopravvivenza del bello anche in situazioni complesse come quelle di una città ferita e in progressiva rinascita”, spiegano i curatori del progetto Simona Bartolena, Armando Fettolini e Corrado Accordino.

la bellezza resta

Gli artisti in mostra sono stati selezionati attraverso una call a inviti, lanciata nel marzo del 2016, che chiedeva di interpretare il tema del progetto secondo la propria personalità, senza limiti di tecnica, dimensioni, linguaggio. I numerosissimi lavori arrivati sono stati valutati e selezionati; quelli scelti sono firmati da artisti tra loro molto diversi per età, formazione, carattere, personalità.

Il nome del progetto deriva dalle parole che Pierre-Auguste Renoir ha lasciato a un giovane Henri Matisse: “Ricordati sempre: la sofferenza passa, la bellezza resta”.

“Proprio da Renoir e Matisse siamo partiti per questo nostro viaggio nel pensiero positivo – spiega ancora Simona Bartolena – inteso non come attitudine al chiudere gli occhi davanti ai problemi, ma come capacità di superare il dolore, la rabbia e la paura, riconducendoli al loro valore di passaggio verso qualcosa di migliore. La gioia di vivere, Matisse lo sapeva bene, non significa affatto chiudere gli occhi verso le brutture del mondo. Significa provare a non aver paura del bello dell’esistenza e a ricordarsi che sarà proprio quello a restare. Perché nonostante tutto, si può sempre provare a sorridere”.

La mostra è realizzata in collaborazione con l’associazione di promozione sociale Fuori Scala e ha il patrocinio del Comune dell’Aquila.

Gli artisti in mostra

Piera Biffi, Raffaele Bonuomo, Claudia Canavesi, Federico Casati, Simone Casetta, Elisa Cella, Andrea Cereda, Chio’, Silvia Cibaldi, Giulio Crisanti, Francesca della Toffola, Luigi Erba, Alessandro Favini, Federica Ferzoco, Armando Fettolini, Grazia Gabbini, Nadia Galbiati, Kazumasa Mizokami, Carlo Mangolini, Adelio Maronati, Annalisa Mitrano, Ettore Moschetti, Giacomo Nuzzo, Lorenzo Pacini, Luciano Pea, Fabio Presti, Dolores Previtali, Nicolò Quirico, Giovanni Sesia, Elisabetta Erica Tagliabue, Anna Turina, Arturo Vermi, Maria Chiara Zarabini.

 

Palazzetto dei Nobili

Dal 12 al 27 maggio 2018

Inaugurazione: sabato 12 maggio ore 18

Orari di apertura: tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.00 / dalle 17.00 alle 20.00

Per la locandina cliccare su: locandina dell’evento

X