IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Raccolta firme per dimissioni D’Alfonso

Parte il 5 maggio la raccolta firme. Fratelli d'Italia: non si può ricoprire la carica di Presidente di una Giunta Regionale e contemporaneamente quella di Senatore.

Una raccolta firme su tutto il territorio regionale per chiedere le dimissioni di Luciano D’Alfonso dalla Presidenza della Regione dopo la sua elezione, il 4 marzo scorso, al Senato della Repubblica.

L’iniziativa è di Fratelli d’Italia che comincerà sabato 5 e Domenica 6 maggio, con militanti e dirigenti, nelle piazze non solo delle principali città d’Abruzzo, ma anche di altri centri, a far sottoscrivere ai cittadini una richiesta sostenuta dalla stessa Costituzione all’articolo 122: non si può ricoprire la carica di Presidente di una Giunta Regionale e contemporaneamente quella di Senatore.

Sono stati i coordinatori regionali del partito, EteRel Sigismondi e Giandonato Morra, a spiegare l’iniziativa del prossimo fine settimana.

«L’Abruzzo non può stare ai comodi del Presidente uscente Luciano D’Alfonso il quale, eletto in Senato perché candidato primo della lista del Pd, continua a mantenere il doppio incarico producendo solo danni al territorio regionale che ha già vissuto quattro anni difficili con una maggioranza di centrosinistra che ha fatto sprofondare nel baratro l’intero Abruzzo. Con questa raccolta firme – hanno spiegato Sigismondi e Morra – vogliamo dire a D’Alfonso, al Partito Democratico bocciato dalle recenti consultazioni nazionali e al centrosinistra tutto, che sarebbe il caso di liberare l’ostaggio, cioè l’intera Regione, e di far tornare i cittadini al voto come anche la Costituzione prevede».

X