IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Consiglio comunale straordinario per i trasporti

I consiglieri chiedono di convocare con urgenza un’adunanza straordinaria del Consiglio comunale dell’Aquila, che coinvolga anche i rappresentanti del Comune di Avezzano, della Regione Abruzzo, dei lavoratori pendolari che si servono delle tratte in questione e dei lavoratori TUA.

Otto consiglieri comunali richiedono un consiglio comunale straordinario sulla delibera sui servizi minimi del DGR Trasporto Pubblico Locale.

Lo rende noto Carla Cimoroni che ha firmato e presentato con i consiglieri Masciocco, Vicini, Mancini, De Santis L., Serpetti, Ferella e Ianni la richiesta inerente la DGR Abruzzo di definizione dei servizi minimi di Trasporto Pubblico Locale e de-contribuzione delle tratte L’Aquila-Roma e Avezzano -Roma.

“Vista la Delibera di Giunta regionale n. 848/C del 28 dicembre 2017 “Definizione dei livelli dei servizi minimi e degli ambiti di traffico del Trasporto Pubblico Locale” che, se approvata dal Consiglio Regionale, trasformerebbe le tratte in autobus L’Aquila-Roma e Avezzano-Roma da servizio pubblico essenziale in servizio commerciale, escludendole quindi dalla contribuzione da parte del Fondo Regionale Trasporti; considerato che trattasi di linee di trasporto di carattere indispensabile ed essenziale per la città dell’Aquila a causa dell’assenza di collegamenti su rotaia verso Roma e in considerazione delle consistenti e stabili relazioni con la capitale dovute soprattutto a tanti lavoratori pendolari e studenti che percorrono quotidianamente tali tratte.”

I consiglieri chiedono di convocare con urgenza un’adunanza straordinaria del Consiglio comunale dell’Aquila, che coinvolga anche i rappresentanti del Comune di Avezzano, della Regione Abruzzo, dei lavoratori pendolari che si servono delle tratte in questione e dei lavoratori TUA.

Carla Cimoroni era intervenuta insieme al consigliere Stefano Palumbo all’assemblea pubblica indetta da Filt Cgil a difesa dei servizi di trasporto che si rivolgeva a tutta la provincia dell’Aquila, in primis alle categorie di pendolari e lavoratori TUA. Erano presenti in quell’occasione i consiglieri regionali Pierpaolo Pietrucci, Lorenzo Berardinetti e Gianluca Ranieri e per la Filt Cgil il segretario provinciale Domenico Fontana e Rita Innocenzi.


I consiglieri ritengono che “in conseguenza dell’assenza di contribuzione per le suddette tratte e del ricorso al libero mercato, si rischierebbe l’aumento dei costi e soprattutto la diminuzione del numero delle corse” e ritengono  “che tale scelta potrebbe risultare fortemente penalizzante per l’intero territorio del comprensorio aquilano”.

Il Consiglio impegna il Sindaco e la Giunta affinché la Regione Abruzzo affinché promuova un confronto con tutti i portatori d’interesse coinvolti dalla vicenda, volto a modificare e a migliorare la DGR n. 848/C del 28 dicembre 2017 rispetto a quanto segnalato nelle premesse, prima che venga completato l’iter procedurale per la definitiva approvazione della stessa DGR.

 

Sciopero OR.S.A.

Nel frattempo continuano gli scioperi e i disagi per i pendolari.

Infatti per la giornata di ieri  2 Maggio 2018 la Segreteria Regionale OR.S.A. Trasporti aveva proclamato uno sciopero di 24 ore che ha comportare la mancata effettuazione di corse in arrivo/partenza nelle fasce dalle ore 00:00 alle ore 05:30, dalle ore 8:30 alle ore 13:00 e dalle ore 16:00 alle ore 24:00.

X