Strade pericolose, ancora incidenti

Week end dal bilancio pesante sulle strade aquilane: un motociclista ferito grave e altri incidenti minori.

Un ferito grave e diversi incidenti minori, un altro week end dal bilancio pesante per i motociclisti. Polemica sulle strade pericolose.

Un sessantenne originario di Latina è rimasto gravemente ferito a seguito di un incidente in moto che si è verificato lungo la strada tra Rocca di Mezzo e San Martino D’Ocre. Intervento dell’eliambuanza. Non si placa la polemica sulle strade pericolose.

Strade pericolose, 60enne ferito.

Per cause in via di ricostruzione, nel primo pomeriggio di ieri un 60enne originario di Latina ha perso il controllo della propria moto, finendo sull’asfalto. A salvarlo, come spiega il quotidiano Il Centro, il casco, comunque l’uomo è stato soccorso dall’eliambulanza a causa dei diversi traumi riportati e trasportato all’ospedale San Salvatore. Altri incidenti minori si sono registrati sulle strade aquilane, fortunatamente senza gravi conseguenze.

Chiusura strade, prosegue la polemica.

Il presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, ha assicurato intanto tempi stretti per la riapertura delle strade chiuse alle moto: «Abbiamo lavorato, con le ristabilite commissioni, tutti i giorni per dotarci del bilancio (che nessuna provincia in Abruzzo ha approvato) che ci permetterà di realizzare i lavori necessari sulle carrabili, abbiamo chiesto il passaggio e statalizzato 188 km di strade, abbiamo destinato alla viabilità 18 milioni di euro e, a meno di 1 ora dall’approvazione del bilancio, siamo intervenuti sulla S.R. 479 “Sannite”», riaperta sabato alle due ruote. Rassicurazioni che non sono bastate a placare le polemiche, con le proteste della Federazione motociclisti italiani, del consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci, fino al senatore leghista Bagnai che ha presentato un’interrogazione parlamentare e al consigliere provinciale Lelio De Santis che ha annunciato un interrogazione allo stesso presidente della Provincia.