IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

La battaglia dei trasporti si sposta ad Avezzano

Domenico Fontana rivendica il ruolo della Filt Cgil nella battaglia contro i tagli ai trasporti nelle aree interne. Sabato ad Avezzano seconda assemblea tra lavoratori TUA e pendolari.

Trasporto regionale, la battaglia prosegue e si sposta ad Avezzano.

Mentre le altre tre sigle sindacali Fit Cisl, Uil Trasporti e Faisa Cisal sono “stupefatte dal balletto di comunicazioni che rimbalza in queste ore sui social tra autorevoli rappresentanti delle istituzioni regionali (ultimi in ordine di tempo l’On. D’Alessandro e il Consigliere Pietrucci) e dal rischio di veder vanificato il lavoro svolto faticosamente in questi mesi” e proclamano per il giorno 25 maggio 2018 una prima azione di sciopero politico di quattro ore, Domenico Fontana, segretario provinciale FILT CGIL ribadisce alcuni punti.

«Non pensavamo servisse ma rammentiamo, ancora una volta, che la Filt CGIL fu, a suo tempo, tra i primi a chiedere alla Regione Abruzzo di provvedere a definire i Servizi essenziali (più comunemente chiamati Servizi Minimi) nel sistema dei Trasporti e a denunciarne il vuoto legislativo.»

«Un vuoto emerso plasticamente quando, a fronte di una richiesta da parte di un vettore privato di inserirsi in una tratta di gestione della Società Pubblica TUA la Regione diede il diniego motivato dal fatto che su quelle tratte (guarda caso quelle dirette a Roma) non poteva inserirsi un privato in quanto servizio minimo: peccato che, non avendo a supporto una definizione di tali servizi mediante norma regionale, la Regione risultò soccombente e così iniziò la concorrenza alla neo costituita Società Unica TUA da parte dei Privati.»

«Questi sono i fatti – prosegue Fontana – e nessuno, né allora né in questi giorni, ha mai osato neanche minimamente pensare che non si dovesse portare a termine l’iter di definizione dei Servizi Minimi!»

 

Il tavolo di confronto con tutte le parti

 

«La richiesta è stata ed è l’apertura di un tavolo di confronto – con tutti – che entri nel merito: vorremo infatti capire perché la Regione che ha sempre considerato (e ritenuto all’atto dei primi dinieghi ai Privati) le tratte verso Roma come Servizi minimi, improvvisamente cambi orientamento sino a ritenere che tali relazioni, ora, possano essere invece indicate come commerciali benché frequentate da pendolari e studenti, ossia da persone costrette a fruire del trasporto su gomma perché prive di alternative di trasporto ‘su ferro’.»

«È possibile capire tecnicamente e giuridicamente quali elementi hanno spinto verso questa singolare ipotesi di riorganizzazione del servizio contenuta nella delibera 848/c del dicembre scorso?
È possibile verificare con quali criteri sia stata adottata la nuova distribuzione nel territorio regionale dei chilometri che in quanto Servizi minimi continueranno ad essere oggetto di contribuzione TPL? È possibile praticare le indicazioni riportate in delibera circa il  poter procedere ad eventuali modifiche o integrazioni della stessa?
È possibile, in sostanza, rendere realtà quel confronto serrato evocato nelle disponibilità teoriche e non ancora praticato? Chiedere tale passaggio vuol dire bloccare la definizione dei servizi minimi?» incalza Fontana, che conclude:

«Assolutamente NO e siamo a disposizione da subito ad un confronto non stop: convocate! E convocate tutti perché non abbiamo mai pensato scioccamente che un tavolo di discussione possa essere riservato solo ad alcuni. Infine, rispetto ai 1.600 lavoratori di TUA ai quali noi, non la politica, ma noi organizzazioni sindacali abbiamo fatto digerire accordi di salvaguardia del percorso dell’azienda unica decurtando salario, un quesito: siamo certi che l’indebolimento di TUA e la rivitalizzazione di Sangritana Spa siano
elementi utili di salvaguardia – non oggi – ma in prospettiva della sostenibilità economica di entrambe le Società.»

Per tutte queste ragioni la seconda puntata tra Lavoratori e Pendolari TUA è prevista per sabato 28 aprile 2018 ad Avezzano alle ore 18:00.

Una nuova assemblea dopo quella, molto partecipata, tenuta a L’Aquila il 20 aprile presso l’hotel Canadian , durante la quale IlCapoluogo aveva raccolto diverse testimonianze.

 

X