IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Arti marziali cinesi al parco del Castello

Giornata Mondiale del Tai Chi Chuan e la Festa del Kung Fu L’Aquila al Parco del Castello per tutti, adulti e bambini. Una giornata immersi nell'International Tai Ji Day.

Giornata Mondiale del Tai Chi Chuan e la Festa del Kung Fu L’Aquila al Parco del Castello. “Un solo mondo, un solo respiro, oriente e occidente… una sola energia.”

A partire dalle ore 10:30, domenica 29 aprile, nel parco del Castello Cinquecentesco dell’Aquila, si svolgerà la Giornata Mondiale del Tai Chi Chuan e la Festa del Kung Fu.
L’iniziativa, inserita nella Giornata Mondiale del Tai Chi Chuan (International Tai Ji Day) che dal 1999 si svolge in tutto il mondo, in città è promossa dalla scuola Tao Art, diretta dalla maestra Isabella Nardis, e giunge quest’anno alla sua ottava edizione.
La giornata nasce per promuovere la conoscenza delle antiche arti marziali cinesi, per diventare consapevoli che occidente e oriente sono parte di una sola energia. L’iniziativa vuole essere un’esperienza di condivisione e divulgazione.

arti marziali

Le attività dell’intera giornata, che si svolgeranno fino alle 19,  lezioni, dimostrazioni ed esposizioni, sono  gratuite ed aperte a tutti: esperti, meno esperti, appassionati, curiosi e semplici passanti.

Nel tempo l’azione di promozione di Tao Art è cresciuta coinvolgendo anche altre realtà culturali e sportive.
Quest’anno per la prima volta, l’associazione Tao Art porta, all’interno della giornata, il Tai Chi per le mamme in gravidanza (a partire dal 3° mese), grazie alla guida della maestra Michela Vignini. L’invito è a tutte le futuro mamme per venire a scoprire un’arte non solo possibile, in gravidanza, ma vivamente consigliata.

A collaborare con Tao Art quest’anno saranno Nico Petrella di Petrella Design, Fabrizio Valente di L’Anima del suono, Fabrizio D’Eramo di Art House Candle, l’associazione culturale Nati nelle Note, il Teatro Dedalus e il fotografo James J.

X