Quantcast

Adsu, servono 2 milioni in 4 giorni

L’Azienda per il Diritto agli Studi Universitari dovrà comunicare le coperture per le borse di studio al Ministero entro il 29 aprile, ma mancano da 1,5 milioni a 2milioni e 200mila euro. In arrivo la delibera.

Mentre si stanno chiudendo i tavoli di lavoro per il rilancio dell’azione di governo regionale, prima delle prossime elezioni, stringono i tempi per assicurare a tutti gli studenti aventi diritto le relative borse di studio. Al tavolo per il sociale chiesti 2 milioni e 200mila euro, la comunicazione Adsu al ministero, però, va eseguita entro il 29 aprile.

Corsa contro il tempo, la delibera alla prossima riunione di Giunta.

Sono 2 milioni e 200mila euro i fondi quantificati dal Tavolo per il Sociale che si è chiuso nella giornata di lunedì per la copertura delle borse di studio di tutti gli aventi diritto. Una cifra importante che però dovrebbe arrivare entro il 29 aprile. Dal tavolo per il sociale, la richiesta è arrivata al tavolo dell’assessore Silvio Paolucci, che – in accordo con l’Adsu, il vicepresidente Giovanni Lolli e l’assessore Marinella Sclocco – sta preparando una delibera di Giunta «con la quale diamo indirizzo ai dipartimenti regionali di coprire fino al 40% del cofinanziamento regionale per le borse di studio e alle Adsu di erogare così tutte le borse di studio. I provvedimenti successivi a questa delibera saranno quelli che eseguono questo indirizzo: la copertura e il cofinanziamento del 40% e il mandato a erogare tutte le borse di studio». Sulla cifra finale, però, Paolucci precisa: «Il conteggio finale, puntuale, non si può ancora fare, perché ci sono diverse variabili da verificare. Diciamo che può andare da 1,5 milioni a 2,2». La delibera arriverà alla prossima riunione di Giunta. Da lì l’Adsu potrà comunicare al Ministero l’impegno della Regione, con i fondi necessari alle borse di studio.

Le altre richieste economico-finanziarie del Tavolo per il Sociale.

Dal Tavolo chiuso lunedì per il rilancio dell’azione del governo regionale, a cui – alla chiusura degli altri tavoli – dovrà seguire il rimpasto di Giunta coordinato dal vicepresidente Giovanni Lolli, non è giunta solo la richiesta dei fondi per l’Adsu, che rappresenta la richiesta più pressante per Silvio Paolucci, in quanto assessore alla Programmazione economica. Dallo stesso tavolo, chiesti anche 1 milione e rotti per la compartecipazione al Fondo nazionale per la non autosufficienza e quasi 2 milioni a integrazione del Fondo regionale per il trasporto e l’assistenza scolastica agli studenti disabili per il 2017.

Le richieste politiche.

A parte gli impegni di natura economico-finanziaria, al Tavolo per il Sociale sono emerse anche altre richieste, questa volta strettamente politiche, tra cui norme contro le disciminazioni di genere e razziali e la modifica della legge elettorale regionale, con la doppia preferenza di genere.