IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Teramo, proposta Lega dalla società civile

Si terrà oggi pomeriggio l'incontro tra i rappresentanti delle forze politiche di centrodestra e civiche convocato dalla Lega - Noi con Salvini per fare il punto della situazione sulle prossime elezioni amministrative che interesseranno anche Teramo. Pronto un nome della società civile per la candidatura a sindaco.

Amministrative a Teramo, la Lega chiama gli alleati e propone una candidatura dalla società civile.

Si terrà oggi pomeriggio l’incontro tra i rappresentanti delle forze politiche di centrodestra e civiche convocato dalla Lega – Noi con Salvini per fare il punto della situazione sulle prossime elezioni amministrative che interesseranno anche Teramo.

Teramo, dopo l’uscita di scena di Gatti la Lega proporrà un candidato della società civile.

«Presenteremo un nome di alto profilo, un professionista conosciuto e stimato, una persona di esperienza e competenza, impegnata in diversi settori e moralmente ineccepibile. Non è un esponente della Lega, ma una proposta su base civica sulla quale speriamo di ottenere ampia convergenza». Questo l’identikit della proposta che il coordinatore regionale della Lega – Noi con Salvini, Giuseppe Bellachioma, porterà al tavolo del centrodestra convocato per oggi pomeriggio. Un’iniziativa che segue l’indisponibilità alla candidatura a sindaco di Paolo Gatti e il “caso” Morra.

Candidatura Morra, Bellachioma: «Nessun veto sulla persona, è stato sbagliato il metodo».

La proposta della Lega arriva all’indomani del braccio di ferro sul nome del coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, Giandonato Morra: «Continuano a scrivere che ho messo un veto su Morra, ma non è così. Ho detto due cose: la prima che pensavo fosse giusto che si candidasse Gatti, ma ha detto che non se la sente; su Morra, poi, non ho messo veti, ma visto che FdI ha già il capoluogo di Regione mi aspettavo dal partito una nota ufficiale di richiesta di candidatura, come segretario di partito non posso accettare che un altro segretario di partito venga candidato da una civica».

Dalle amministrative alle regionali.

Che il passaggio delle amministrative fosse fondamentale per affrontare le elezioni regionali l’aveva spiegato il senatore Gaetano Quaglieriello ai microfoni del Capoluogo.it., ma sulle amministrative si giocheranno anche gli equilibri che peseranno anche sulla candidatura alle regionali. Maggiore sintesi il centrodestra riuscirà a trovare rispetto alle candidature ai Comuni, infatti, e più sarà facile arrivare all’individuazione di un candidato condiviso alla presidenza della Regione Abruzzo. Al momento c’è la disponibilità di Fabrizio Di Stefano, che di recente ha anche partecipato all’incontro di Civiche per l’Abruzzo, incassando attestati di stima che non sono passati inosservati. Dal canto suo, la Lega ha una “proposta nel cassetto” che non si è ancora concretizzata in un nome specifico, in attesa che il quadro delle amministrative si componga.

X