IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Note della fanfara in memoria delle vittime foto

Note della Fanfara della Polizia di Stato in memoria delle vittime del sisma.

[Di  Loredana Callipo, Simona Iaccarino e Aurora Pansini, IV classe del Liceo delle Scienze Umane. Studenti in redazione – Alternanza Scuola Lavoro]

Nell’anniversario del giorno che ha cambiato le nostre vite , si è tenuto alle 11:30 all’Auditorium del Parco “Renzo Piano” , un concerto della “Fanfara della Polizia di Stato”, organizzato dall’Associazione Nazione della Polizia di Stato,  in memoria delle 309 vittime  del terremoto che ci ha colpito nove anni fa.

Il concerto della “Fanfara della Polizia di Stato” è stato organizzato dall’Associazione Nazionale della Polizia di Stato.

Prima di iniziare il concerto vero e proprio la Fanfara della Polizia ha voluto dedicare con il brano Anima Christi composto da Richards Dubra, un pensiero a tutte le vittime del terremoto e  rendere omaggio a tutti i familiari, gli amici ed i colleghi che ci hanno lasciato nel 2009 a causa del terremoto.

La Fanfara della Polizia di Stato diretta  dal maestro Secondino de Palma, a cui è stata consegnata dal presidente dell’associazione nazionale della Polizia di Stato: Marcello di Tria, una targa di ringraziamento, simboleggiata dal rosone di Collemaggio, ha l’obiettivo di perseguire l’opera di promozione e diffusione dei valori della legalità attraverso la cultura musicale.

All’inizio il complesso non era molto numeroso e veniva impiegato per accompagnare sfilate, parate militari e cerimonie ufficiali. Nel corso degli anni , con l’inserimento di altri strumentisti , l’organico è stato arricchito e ad oggi si presenta di fatto come una banda.

In scaletta musica classica con l’esecuzione del Don Pasquale e l’Aida , colonne sonore con l’esecuzione del Il Commissario Montalbano brano questo che vuole essere un piccolo omaggio  a coloro che indossano una divisa e che cercano ogni giorno di aiutare la gente, e un arrangiamento del brano “Innuendo” dei Queen.

In chiusura l’esecuzione del marcia d’ordinanza “Giocondità” e l’ Inno di Mameli.

Tra le personalità presenti vi era  anche il vice sindaco Guido Liris che ha commentato questa giornata di ricordo come:” una consapevolezza di potercela fare prendendo spunti dal passato per poter guardare il futuro in modo positivo”; il Questore di L’Aquila Antonio Maiorano che ha commentato utilizzando le note della fanfara in onore delle vittime.

Infine il Vice Questore Aggiunto dott. Mauro Pansini ha concluso la manifestazione ricordando il terremoto come: “un ricordo di un evento non di morte ma di un senso di riscatto, amore e solidarietà che non ci abbandona”.

X