IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Da Lucoli a Teramo, i comuni al voto

Tra il 15 aprile al 15 giugno comuni al voto tra quelli commissariati e a scadenza naturale del mandato degli organi eletti nel primo semestre del 2013.

Per una scelta precisa del Ministero, come spiegato prima delle politiche da Il Capoluogo.it, i comuni commissariati non hanno partecipato all’election day del 4 marzo, ma andranno al voto insieme a quelli a scadenza naturale nel primo semestre del 2013. La data non è stata ancora decisa, ma dovrebbe essere a primavera, tra il 15 marzo e il 15 giugno. Fuori dalla tornata, il Comune di Avezzano: nonostante le dimissioni, infatti, Gabriele De Angelis ha ancora qualche giorno per ritirarle e trovare una nuova maggioranza; se anche Avezzano dovesse finire in regime di commissariamento, comunque, non ci sarebbero i tempi tecnici per la partecipazione alle elezioni di primavera, dunque si andrebbe verso un lungo periodo di commissariamento.

I comuni al voto: Teramo, il banco di prova del centrodestra.

Tra i comuni che attendono la fine del commissariamento, Teramo, il cui ex sindaco Maurizio Brucchi ha perso la maggioranza a causa della defezione di alcuni importanti pezzi della propria maggioranza di centrodestra. E proprio su Teramo il centrodestra si gioca la partita più importante, in vista delle elezioni regionali, come sottolineato ai microfoni de Il Capoluogo.it dal senatore Gaetano Quagliariello: «La vera partita politica di giocherà a Teramo alle prossime amministrative, dove il centrodestra abruzzese dovrà prima farsi perdonare dai suoi elettori. Se saremo credibili a Teramo e sapremo riprenderci il governo della città, potremo vincere senza alcun problema alle regionali. Se lasceremo la città all’antipolitica e, dunque, ai pentastellati sarà molto difficile vincere in Regione».

I comuni commissariati al voto.

Oltre Teramo, attendono organi eletti il comune di Lucoli e Massa d’Albe (AQ), Nereto, Silvi e Montorio al Vomano (TE), mentre nelle province di Pescara e Chieti non risultano comuni commissariati.

I comuni con organi elettivi a scadenza naturale.

Capitolo a parte per il rinnovo dei Consigli comunali in scadenza: si voteràanche a Barete, Oricola, Scanno, San Benedetto dei Marsi e Castellafiume (AQ), Alba Adriatica, Notaresco, Atri, Controguerra, Castilenti e Civitella del Tronto (TE), Bussi, San Valentino, Cepagatti, Pianella, Loreto Aprutino, Pietranico e Roccamorice (PE), e infine Villa Santa Maria, Torino di Sangro, Fallo, Pizzoferrato e Frisa (CH).

X