IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Comune, rimpasto in giunta post regionali

Nessun rimpasto all’orizzonte per la Giunta comunale aquilana.

Nessuna incompatibilità per Luigi D’Eramo, eletto in quota Lega alla Camera dei Deputati, che quindi rimarrà in giunta almeno fino alle prossime regionali, momento in cui molti amministratori aquilani scenderanno in campo con rinnovate ambizioni. Il vento è cambiato e, con il Pd ai minimi termini, molti appetiti si sono accesi nel centrodestra.

Rimpasto rimandato, slittano le dimissioni dalla Giunta di Luigi D’Eramo.

Per il sindaco Biondi la questione rimpasto di Giunta non si pone sull’attuale tavolo politico. «L’elezione di Luigi D’Eramo – ha infatti spiegato il primo cittadino al Capoluogo.it – non è incompatibile con il ruolo di assessore, per cui, finché può continuare a dare il suo contributo in Giunta, la questione rimpasto non si pone». Almeno nel breve termine, ma l’impegno per un unico grande rimpasto, comprendente le deleghe dell’assessore Luigi D’Eramo e quelle di eventuali eletti alle prossime elezioni regionali, potrebbe attendere il sindaco Pierluigi Biondi subito dopo la competizione regionale che si terrà tra l’autunno e la primavera prossima.

Non solo D’Eramo, in ballo le deleghe dei probabili eletti in Regione.

Il sindaco non si sbilancia: «Se ne parlerà al momento opportuno, se e quando ci saranno assessori eletti in regione». Quello, però, tutti sanno che sarà il momento del “grande rimpasto”.

Il vento in poppa al centrodestra ha acceso molti appetiti. Nessun consigliere uscente aquilano dal Consiglio Regionale, così in molti ambiscono allo scranno d’oro d’Abruzzo.

In primis il vice sindaco Guido Liris, che non ha mai nascosto il suo progetto politico di candidarsi alle prossime elezioni regionali. Ma come lui, molti anelano al posto in consiglio. La Lega metterà in campo il suo cavallo di razza aquilano Emanuele Imprudente. Per conoscere gli altri contendenti non ci resta che attendere le mosse dei ‘navigati’, da Luca Ricciuti, per Fratelli d’Italia, a Carla Mannetti, nelle fila di Fratelli d’Italia, a Salvatore Santangelo, con la sua Aquila Futura.

La vera sfida politica delle regionali si combatterà alle prossime amministrative a Teramo

«La vera partita politica di giocherà a Teramo alle prossime amministrative – ha spiegato il neo eletto senatore Gaetano Quagliariello al Capoluogo.it -, dove il centrodestra abruzzese dovrà prima farsi perdonare dai suoi elettori. Se saremo credibili a Teramo e sapremo riprenderci il governo della città, potremo vincere senza alcun problema alle regionali. Se lasceremo la città all’antipolitica e, dunque, ai penta stellati sarà molto difficile vincere in regione».

Rimpastone e nuovi ingressi in Consiglio comunale.

Con il rimpastone di Giunta post regionali molti equilibri saranno da ricalibrare, sia per l’assegnazione delle delegge che per il ruolo di vicesindaco, nel rispetto dei risultati delle politiche e delle regionali.

Tutto da verificare nel centrosinistra, difficile sapere per il momento quali e quanti consiglieri comunali vorranno e avranno la possibilità di confrontarsi con le elezioni regionali.

Insomma, una sola cosa è certa: tra politiche e regionali, il volto del Consiglio comunale aquilano potrebbe subire un ampio rinnovamento.

X