IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Giochi Nazionali Invernali Special Olympics

Dal 18 al 24 marzo 2018 quasi 500 atleti sono protagonisti dei XIX Giochi Nazionali Invernali Special Olympics che si terranno per la prima volta a Bardonecchia/Valsusa.

La località non è nuova ai grandi eventi sportivi; nel Febbraio 2006 è stata una delle sedi dei XX Giochi olimpici invernali, per i quali ha ospitato le gare di snowboard; è stata anche sede di uno dei tre villaggi olimpici.

Gli atleti in gara si sfideranno in diverse specialità sportive: dallo sci alpino allo sci di fondo, dalla corsa con le racchette da neve allo snowboard.

La disabilità intellettiva lascerà dunque il passo alle straordinarie capacità che gli atleti Special Olympics sanno mettere in pista, o sul campo di gioco, quando si tratta di tener fede al loro Giuramento: “Che io possa vincere, ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze” .

Un giuramento che incarna alla perfezione la filosofia del Movimento Special Olympics.

Attraverso il potere dello sport, offrendo l’opportunità di praticare sport a tutti i livelli, le persone con disabilità intellettive, sono messe nelle condizioni ideali per scoprire nuove attitudini e capacità, abilità e successi. Scoprono la gioia, la fiducia in se stessi e la piena soddisfazione – sul campo di gioco e nella vita. Possono così diventare anche fonte d’ispirazione per altre persone, nelle loro comunità e altrove, per aprire il cuore ad un mondo nuovo, più ampio di talenti umani e potenzialità.

Ai Giochi Nazionali Invernali a Bardonecchia vi parteciperanno 400 familiari, 300 volontari, 200 tecnici e tutto il territorio verrà coinvolto nell’evento grazie ad un fitto lavoro di sensibilizzazione in essere con le istituzioni locali, le scuole primarie e secondarie, le associazioni e società sportive e, in generale, con tutti i cittadini.

L’evento sarà annunciato con il Torch Run, la corsa a staffetta che avrà come protagonisti atleti e rappresentanti delle forze dell’ordine che scorteranno il fuoco fino alla Cerimonia di Apertura dei Giochi. La Torcia, simbolo olimpico per eccellenza, è metafora di pace e solidarietà.

Special Olympics nasce, nel 1968, come un programma sportivo esclusivo, pensato per le persone con disabilità intellettive, oggi, coinvolgendo un numero sempre crescente di giovani senza disabilità, è diventato un Movimento sportivo e culturale inclusivo, aperto a tutti, anche alle persone senza disabilità intellettive che possono partecipare agli eventi non solo come volontari, ma anche in qualità di atleti partner.

Lo sport unificato rappresenta oggi il mezzo più importante per raggiungere il traguardo della piena inclusione. A Bardonecchia si prevedono gare di sport unificato nella corsa con le racchette da neve e nello sci nordico. Uno spettacolo sulla neve senza precedenti!

Anche L’Aquila sarà presente ai XIX Giochi Nazionali Invernali Special Olympics con il Team di Verdeaqua Smile della Presidente Sandra Giordani. Ben 30 persone domenica 18 marzo partiranno per Bardonecchia per competere nelle gare di sci nordico:

10 atleti: Aquilio Paolo, Boccacci Luca, Capannolo Fabrizio, Curtacci Mirco, Del Beato Anna, Dervishi Christian, , Fiorenzi Jacopo, Rocchi Agnese, Titani Stefano, Tudini Carlo.

2 Atleti partner: Biondi Fabiola, Sarra Anastasia due studentesse del Liceo Scientifico “Andrea Bafile” che stanno svolgendo l’alternanza scuola lavoro

Concludono il Team il Capo Delegazione Guido Grecchi, 4 Volontari Rocchi Ludovica, Aquilio Luigi, Porfinio Giammarco Porfinio e Carratoni Giuseppe e 13 familiari

Durante l’inverno gli atleti si sono allenati in modo costante sulle piste del Centro Fondo Centomonti che ha messo a disposizione le proprie strutture. Quest’anno poi il Team è stato seguito da due maestri: Graziano e Massimiliano Celestini che sono riusciti a cogliere le potenzialità di ogni atleta e proporre esercizi adeguati alle loro capacità, adattando la progressione tecnico-didattica.

Anche quest’anno le famiglie degli alunni dell’Istituto Comprensivo “Gianni Rodari” hanno risposto all’appello e partecipato alla campagna “Adotta un Atleta Special Olympics Team L’Aquila”. Con la generosità pervenuta da tutti i plessi scolastici dell’Istituto: Pianola, Preturo, Sassa musp 7, Sassa muspino, Roio e Pile gli alunni sono riusciti a sostenere la partecipazione degli Atleti Special Olympics ai prossimi Giochi Nazionali.

L’adesione a questa iniziativa ha sensibilizzato studenti, famiglie e personale scolastico verso una cultura del dono e nello stesso tempo a comprendere che la disabilità è parte della società.

Nell’incontro che oggi si è svolto nell’Aula Magna dell’Istituto Gianni Rodari alcune classi hanno incontrato gli atleti special olympics ai quali hanno rivolto molte domande mostrando interesse e curiosità.

La Dirigente Scolastica Monia Lai ha poi sottolineato come ogni alunno, ogni persona ha dei talenti che che si devono valorizzare.

La Presidente Sandra Giordani ha ricordato come sono cambiati i tempi rispetto a 40 anni fa, la scuola oggi è sicuramente più inclusiva ed attenta ai bisogni degli alunni più svantaggiati.

Gli alunni hanno poi consegnato agli atleti Special Olympics un assegno simbolico.

Gli atleti Special Olympics che parteciperanno ai Giochi Nazionali metteranno in campo tutte le loro abilità e competenze per rappresentare con orgoglio l’inclusività aquilana.

Entriamo nel pieno dell’atmosfera dei Giochi Nazionali Invernali Special Olympics. È ai cancelletti di partenza l’evento della neve, il più atteso che c’è!

X