IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Martino incontra i sindaci dell’aquilano

Massima priorità all’azione politica necessaria per arrivare in tempi brevi all’attesa ordinanza contenente le modalità applicative della nuova legge per i Comuni del “doppio cratere”, quelli che hanno subìto sia il terremoto del 2009 che quelli del 2016-2017.

A prometterlo Antonio Martino, candidato del centrodestra alla Camera nel collegio uninominale L’Aquila, in un incontro con il sindaco di Montereale, Massimiliano Giorgi, capofila tra le fasce tricolori per quanto riguarda la definizione della complessa e delicata normativa, e altri primi cittadini del territorio.

«Sappiamo che lo scorso decreto fiscale ha fissato il criterio del cosiddetto danno prevalente, in sintesi si applica la procedura attuale o quella precedente a seconda di quale sisma abbia danneggiato di più l’immobile – ricorda Martino – Oggi c’è stato un incontro a Roma, ma ora bisogna accelerare sul varo di una norma di dettaglio per capire bene che cosa fare e come intervenire, rimandata ormai da troppo tempo, lasciando i sindaci con le mani legate».

Secondo il candidato, «i primi cittadini avevano fatto delle precise richieste per portare avanti in fretta la doppia ricostruzione nei loro borghi e salvarli, così, dalla minaccia dello spopolamento, ma i governi di centrosinistra si sono mossi troppo lentamente su una vicenda che riguarda Campotosto, Capitignano e Montereale, oltre a tre amministrazioni teramane».

«Dal 5 marzo si volta pagina, a guidare il Paese ci sarà il centrodestra e sarà mia premura impegnare il nuovo governo a schiacciare sull’acceleratore per avere al più presto la norma e sbloccare i finanziamenti e i cantieri», assicura.

Intanto, nei giorni scorsi Martino ha incontrato all’Aquila 50 amministratori dell’area aquilana, tra cui 12 sindaci provenienti dall’Alto Aterno, dalla Valle Subequana, dalla Piana di Navelli e della Piana delle Rocche.

All’incontro c’erano anche i candidati alla Camera della lista proporzionale nel collegio L’Aquila-Teramo, Paola Pelino e Guido Liris, oltre al consigliere provinciale Vincenzo Calvisi.

«Il rapporto con gli amministratori locali è fondamentale per chi, come me, è candidato in rappresentanza del territorio – ha affermato Martino – Nel territorio aquilano ci sono ancora molte criticità legate alla ricostruzione, tra le principali penso sia necessario prevedere norme derogatorie al Codice degli appalti per snellire le procedure della ricostruzione pubblica e garantire il flusso delle risorse nel tempo».

 

«Il modo di operare a cui si ispirano il centrodestra e Forza Italia è quello dell’efficacia mostrata dal Governo Berlusconi e dalla Protezione Civile con a capo Guido Bertolaso all’indomani del terremoto 2009 che colpì L’Aquila – conclude – Voglio essere, pertanto, un interlocutore stabile con il governo centrale per tutto ciò che interessa i processi di ricostruzione, in stretto raccordo con i sindaci».

 

X