IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Sesta Sinfonia di Beethoven con Spira Mirabilis

A L’Aquila in concerto Spira Mirabilis, l’orchestra–laboratorio europea senza direttore composta da un gruppo internazionale di musicisti.

La monumentale, celebre e coinvolgente Sesta Sinfonia di Beethoven conosciuta come “La Pastorale” è in programma nel cartellone della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli”, presso il Ridotto del Teatro Comunale domenica 25 febbraio con inizio alle ore 18, eseguita da Spira mirabilis, l’originale orchestra-laboratorio, che quest’anno festeggia il decennale di attività, formata da un gruppo internazionale di musicisti. Non è un’orchestra come le altre, oltre a non avere un direttore Spira mirabilis è un gigantesco progetto europeo, nato nel 2007 da alcuni giovani musicisti professionisti attivi nelle più importanti realtà orchestrali europee. Il nome Spira mirabilis è quello di una figura geometrica che, per le leggi matematiche che la definiscono, gode di una particolare proprietà: di qualunque dimensione essa sia, risulta sempre sovrapponibile a se stessa. Allo stesso modo il progetto può essere definito tale in quanto i musicisti che vi prendono parte sono quelli spinti da questo desiderio di ricerca e approfondimento. A seconda del repertorio scelto essi variano di numero, ma non di identità. Per ogni incontro (ne vengono organizzati circa sei all’anno della durata di una settimana) viene scelto un solo brano del repertorio sinfonico o cameristico da analizzare, interpretare ed eventualmente suonare per il pubblico ed ogni volta si costruisce una sola idea musicale e si lavora ad una interpretazione comune. Per suonare insieme senza direttore, bisogna condividere interpretazioni e visioni, approfondire con esperti dei linguaggi e far crescere tutti i musicisti che ne fanno parte. Un’altra caratteristica è quella del question time: al termine di ogni esecuzione i musicisti restano in sala e parlano con il pubblico, spiegano, raccontano il lavoro e rispondono a domande e curiosità. Anche per questo in breve tempo Spira mirabilis si è rapidamente affermata nella scena musicale come un fenomeno unico e ha già all’attivo 60 progetti con residenze in Italia, Germania, Spagna, Francia, Inghilterra e concerti in tutta Europa. L’esecuzione delle sinfonie di Beethoven ha costituito la spina dorsale dei laboratori e del percorso musicale. Il gruppo Bper Banca, nell’anno del suo 150esimo compleanno, è partner esclusivo delle due tournées italiane programmate per la stagione 2017-18 di Spira mirabilis.

X