IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Lite in famiglia, tragedia sfiorata

Lite in famiglia: nel pomeriggio di ieri, gli agenti del Commissariato di Avezzano hanno tratto in arresto A.D.B, avezzanese di anni 22, per il reato di maltrattamenti in famiglia.

Dopo aver litigato furiosamente con la madre, il giovane si è impossessato di un coltello ed è uscito, tentando di raggiungere il nuovo compagno della donna, per aggredirlo. Il tempestivo intervento della Polizia ha evitato il peggio.

La lite in famiglia e poi la corsa della madre in Commissariato per avvisare gli agenti.

«Nelle prime ore del pomeriggio, – spiegano dagli uffici della Polizia – la madre del ragazzo, a seguito dell’ennesima lite avuta con il figlio,  si presentava presso gli uffici del Commissariato, in evidente stato di agitazione, per denunciare il comportamento aggressivo e violento  del figlio. La donna  riferiva che, poco prima, verso l’ora di pranzo, c’era stata ancora una volta una furiosa lite con il ragazzo, alla presenza dei fratelli minori,  in quanto lo stesso non accettava la separazione dei genitori. Il ragazzo, dopo la violenta discussione, si era impossessato di un grosso coltello da cucina e usciva di casa diretto all’abitazione del nuovo compagno della madre per aggredirlo».

L’intervento della polizia e l’arresto.

«Gli operatori – spiegano dal Commissariato – si portavano immediatamente presso l’abitazione dell’uomo dove bloccavano il ragazzo e nel corso della perquisizione personale rinvenivano l’arma e sostanza stupefacente, 4,96 grammi di hashish. Il ragazzo veniva quindi tratto in arresto per il reato di maltrattamenti in famiglia, denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e posto in regime degli arresti domiciliari presso l’abitazione paterna».

X