IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

La missione in Libia che non fa notizia

Termina l’operazione Ippocrate in Libia. Gli alpini del 9° Reggimento dell’Aquila stanno facendo rientro in Italia, ma “tutto avviene nel silenzio delle istituzioni”.

E’ il mese dei rientri. Sono 300 gli alpini del 9° Reggimento dell’Aquila che stanno tornando a casa dopo la missione in Libia.
Lo sanno le famiglie, gli amici e i parenti degli uomini del 9°, ma le “istituzioni dove sono?” Da un lato la felicità di riabbracciare il proprio caro lontano, dall’altra “l’amaro che lascia il silenzio da parte delle istituzioni” – affermano le famiglie. “L’Italia intera è impegnata nella campagna elettorale, dimenticando cose importanti come questa”.

Sei mesi impegnati  a Misurata con l’operazione Ippocrate, nata per assistere e curare i feriti colpiti dal fuoco dell’Isis nella battaglia di Sirte. Il colonnello Iovinelli, comandante del 9° alpini basato a L’Aquila, ha raggiunto la base in Libia, la scorsa estate, con 300 militari del suo reggimento.

Una task force fondamentale: serve per tranquillizzare e tenere amiche le milizie di Misurata, che restano una delle forze più importanti a garanzia del governo del premier Fayez Sarraj a Tripoli.
Una sorta di base militare per curare la politica libica, oltre che i feriti di guerra.

X