IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

L’Europa inizia a Lampedusa

All’I.I.S. da Vinci Colecchi focus sull’immigrazione con il Movimento Celestiniano per prevenire l’intolleranza, la violenza, il razzismo e soprattutto la paura del diverso.

Il 16 febbraio 2018 presso l’aula magna dell’I.I.S. “da Vinci Colecchi” dell’Aquila, sede “da Vinci”, in via Monte S. Rocco 15 si terrà l’evento conclusivo del concorso ‘L’Europa inizia a Lampedusa’, un convegno che vedrà come relatori il viceprefetto dell’Aquila dott.ssa Trematerra, l’assessore del Comune dell’Aquila alle politiche sociali Ing. Bignotti, il presidente del Comitato 3 ottobre Tareke Bhrane, il presidente del Centro di accoglienza del Movimento Celestiniano dell’Aquila Paolo Giorgi e due ragazzi migranti Abdullai e Mamadou, la prof.ssa Roberta Anselmo referente del progetto.

L’ I.I.S. ” da Vinci- Colecchi” nel settembre 2017 ha vinto il concorso L’Europa inizia a Lampedusa, iniziativa che rientra nel progetto biennale realizzato da MIUR, Unione Europea e Ministero dell’Interno sulle tematiche dell’immigrazione. Quattro studentesse della classe IV E dell’indirizzo di Enogastronomia si sono recate a Lampedusa dal 30 settembre al 3 ottobre 2017 con la prof.ssa Roberta Anselmo, referente del progetto. Hanno avuto modo di partecipare, così, ad una manifestazione unica nel suo genere insieme ai rappresentanti di 70 scuole italiane e 10 europee. Dopo questa esperienza molto coinvolgente si è creata in loro una consapevolezza profonda del fenomeno dell’immigrazione, che è proseguita nel quotidiano con l’obiettivo di diffondere l’esperienza nel loro istituto per prevenire l’intolleranza, la violenza, il razzismo e soprattutto la paura del diverso. Il 22 e 23 gennaio 2018 le studentesse hanno partecipato all’ evento conclusivo che si è tenuto a Roma, nella sede del MIUR, durante il quale è stato stipulato un importante protocollo di intesa finalizzato a creare sinergie tra scuola, comuni e centri di accoglienza per far conoscere in modo diretto la realtà del fenomeno firmato dalla Ministra Fedeli, dall’ ANCI e dal Comitato 3 Ottobre. Il 5 febbraio 2018 due migranti ospiti del Centro di accoglienza del Movimento Celestiniano dell’Aquila hanno raccontato a cinque classi dell’I.I.S. “da Vinci Colecchi”, sede “da Vinci”, la loro esperienza, i motivi dell’abbandono del loro Paese e il loro desiderio di libertà.

In conclusione del convegno sarà presentato e gustato un dolce interculturale (realizzato dalle studentesse e dagli studenti della IV E dell’indirizzo Enogastronomia, sotto la guida del prof. Pierluigi Casciola, e servito dalle studentesse e dagli studenti della IV E, sotto la guida del prof. Francesco Mannella) che nasce dalla commistione tra la tradizione senegalese e quella aquilana, per dimostrare come sia possibile la convivenza fondata sulla conoscenza reciproca, lontano dalla paura, dall’indifferenza e dall’intolleranza. Anche questa è una missione della Scuola contemporanea, forse la più importante e decisiva.

X