IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Salta la candidatura di Di Stefano in Forza Italia

Forza Italia pensa già alla grande coalizione, Fabrizio Di Stefano: «Preferite candidature più vicine al Pd».

Non sarà della partita delle politiche del 4 marzo Fabrizio Di Stefano, sostituito in corsa dall’imprenditore Antonio Martino. Rimane fuori anche gran parte della classe dirigente di Forza Italia, a cominciare da Gianni Chiodi. Piccolo passo indietro per il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca, spostata in seconda posizione del proporzionale alla Camera.

Bufera sulle candidature di Forza Italia, Fabrizio Di Stefano escluso.

«Avevo ricevuto ampie garanzie da Pagano, ma evidentemente all’ultimo momento ci ha ripensato, reputando meglio candidare un protagonista della Leopolda». Così Fabrizio Di Stefano spiega a Il Capoluogo.it le motivazioni che hanno portato alla sua inattesa esclusione, con l’arrivo di Antonio Martino, che di fatto ha preso il suo posto nell’uninominale alla Camera. Una scelta che all’orizzonte considera già un governo di larghe intese: «Deduco che forse il coordinatore regionale ha avuto indicazioni di selezionare parlamentari più predisposti all’allargamento verso Renzi, dopo il 4 marzo. Tutto questo con me, con la mia storia e la mia coerenza, non sarebbe stato una garanzia».

Le polemiche non si placano quando le candidature sono, ormai, definitive e si configura l’imprenditore Antonio Martino, pescarese e considerato ‘renziano’ come candidato al collegio maggioritario per la Camera L’Aquila – Marsica – Alto Sangro.

“E’ normale che lo appoggeremo, ma quella che poteva essere una cavalcata vincente, rischia di essere compromessa”. Così il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, in riferimento alla candidatura, nel collegio maggioritario per la Camera L’Aquila-Marsica-Alto Sangro con Forza Italia dell’imprenditore pescarese Antonio Martino, che in molti nel centrodestra considerano un ‘renziano’.

Presentando le liste, Forza Italia Abruzzo, in una nota di accompagnamento alle candidature, scrive di “un Abruzzo rappresentato al meglio su tutti i tavoli della politica nazionale e in prospettiva europea”. “La lista definitiva – si legge nella nota di Fi Abruzzo – è stata stilata dal pool di Berlusconi, dopo aver sentito il coordinatore regionale Nazario Pagano”.

“Sono state privilegiate due linee d’azione: una, politica, che tenesse conto delle migliori espressioni degli amministratori che hanno dato riprova delle proprie capacità; l’altra – conclude la nota – mirata a individuare quelle personalità che potessero apportare un valore aggiunto per risultati conseguiti, competenza ed entusiasmo nel mondo del lavoro e dell’impresa”. D

alle fila di Fi L’Aquila si leva poi la voce del capogruppo in Consiglio comunale, Roberto Junior Silveri, secondo il quale l’ entusiasmo di giugno per l’elezione del sindaco “oggi potrebbe essere scalfito dalla poca presenza di rappresentanti che siano diretta espressione dei territori, con il caso significativo dell’Aquilano”.

I candidati di Forza Italia.

Senato: in quota proporzionale candidato il coordinatore regionale Nazario Pagano; all’uninominale per la Camera, al posto di Fabrizio Di Stefano, Antonio Martino, al senato Gaetano Quagliarello. Per il proporzionale alla Camera, Paola Pelino su L’Aquila-Teramo: alle sue spalle, il vicesindaco dell’Aquila Guido Liris. Quarto l’ex presidente della Provincia Antonio Del Corvo e Gianfranco Rotondi su Chieti-Pescara. Il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca, sarà candidata in seconda posizione al proporzionale della Camera nel collegio dei comuni costieri del Chietino. Tra gli altri candidati, Antonella Di Nino a Chieti e l’ex presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio, ancora nei comuni costieri della provincia teatina.

Le candidature di Forza Italia:

Lista proporzionale Senato

Nazario Pagano
Antonella Di Nino
Carlo Masci
Consuelo Di Martino

Collegio uninominale Senato (Pescara):

Antonella Di Nino

Collegio uninominale Senato (L’Aquila):

 Gaetano Quagliariello

Lista proporzionale camera 1 (Pescara-Chieti-Vasto):

Gianfranco Rotondi
Tiziana Magnacca
Filippo Arbore
Deborah Raffaella Comardi 

Lista proporzionale Camera 2 ( L’Aquila-Teramo)

Paola Pelino
Guido Quintino Liris
Rita Ettorre
Antonio Del Corvo

Collegio uninomale 1 (L’Aquila): Antonio Martino (FI)
Collegio uninominale 2 (Teramo): Lucrezia Rasicci (Lega)
Collegio uninominale 3( Pescara): Guerino Testa(FDI)
Collegio Uninominale 4 (Chieti): Emilia De Matteo (FI)
Collegio uninominale 5 (Vasto): Enrico Clemente Di Giuseppantonio

Fratelli d’Italia, candidati Sigismondi e Tavani.

Prime confereme anche in casa Fratelli d’Italia, che schiera Guerino Testa sull’uninominale di Pescara. Primo posto in quota proporzionale alla Camera per il coordinatore regionale Etelwardo Sigismondi e per Antonio Tavani, coordinatore della provincia di Chieti, al proporzionale per il Senato. Candidatura al proporzionale su Chieti-Pescara anche per Carla Zinni, assessore del Comune di Casalbordino, anche se è ancora da definire la posizione in lista, presumibilmente tra la terza e la quarta.

X