IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Olicar, un cronoprogramma per tutelare i lavoratori

Un cronoprogramma per tutelare  i lavoratori Olicar, visto lo spacchettamento dei servizi e delle competenze messo in atto, con un apposito bando, dalla Asl 1.

E’ quanto emerso da un tavolo tenutosi oggi fra le parti sulla vicenda Olicar, alla presenza del consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci, delle sigle sindacali, del direttore generale della Asl 1 Rinaldo Tordera e di un rappresentante dei lavoratori.

Come anticipato stamattina dal consigliere regionale 5 stelle Ranieri, la Asl ha indetto un bando di gara che prevede lo spacchettamento delle competenze e dei servizi fino ad oggi in capo alla Olicar e che da domani, dopo l’apertura delle buste prevista per le ore 13, saranno affidate – salvo verifiche di legge – a differenti committenti.

Una scelta che sta a dimostrare come non avendo provveduto a programmare per tempo le azioni necessarie per garantire un avvicendamento ottimale della gestione ci ritroviamo costretti ad operare lo “spacchettamento”.

aveva sottolineato Ranieri, che invita il Direttore a

verificare di persona le condizioni e lo stato di precarietà in cui la società uscente lascia i nostri servizi tecnici e ospedalieri e fare una valutazione realistica di quanto il “disastro Olicar” ci costerà.

La preoccupazione dei sindacati relativa allo spacchettamento è quella di riuscire a garantire, con il subentro delle nuove ditte, la attuale retribuzione salariale e il mantenimento dei servizi.

Dal canto suo, Pietrucci spiega che

“grazie ad un grande senso di responsabilità, sia da parte dei sindacati che della Direzione Generale Asl, si è arrivati a stabilire un cronoprogramma. Ci sarà il mantenimento per sei mesi delle nuove imprese, per arrivare successivamente ad una nuova assegnazione che preveda un nuovo accorpamento multi servizi tramite Consip o tramite gara europea”.

Questi i passaggi del cronoprogramma concordato nell’ambito del tavolo odierno: domani alle ore 13 si aprono le buste; Asl si impegna a comunicare immediatamente i requisiti al sindacato e a fare le assegnazioni; il sindacato farà immediatamente i tavoli di verifica.

Lunedì i lavoratori passeranno alle altre ditte (che hanno vinto la gara); l’incarico alle ditte che hanno vinto durerà sei mesi, perché l’impegno è quello di riunire lo spacchettamento entro sei mesi.

La riunificazione dei servizi avverrà tramite Consip (auspicato dalla Asl) oppure attraverso bando europeo. Pietrucci conclude sottolineando anche l’impegno della Asl ad attivare da subito le procedure – nel caso dovesse rivelarsi impercorribile l’ipotesi Consip – per predisporre un bando europeo.

X