IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

INFN, oggi arriva Mattarella foto

È prevista per questa mattina la visita del Capo dello Stato per i 30 anni dei Laboratori dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare sotto il Gran Sasso.

Antonio Zichichi e Carlo Rubbia tra gli ospiti più attesi.

Dopo lo stop della Questura, nessun presidio degli ambientalisti previsto per l’arrivo di Mattarella.

Manifestazione per i 30 anni dei Laboratori dell’Istituto nazionale di fisica nucleare sotto il Gran Sasso a cui partecipera anche il capo dello Stato, Sergio Mattarella, insieme al presidente Infn Fernando Ferroni, il direttore dei Laboratori Stefano Ragazzi e due ospiti d’eccezione: il premio Nobel per la fisica, Carlo Rubbia, e il professor Antonio Zichichi.

Per l’occasione, intervenute le più alte autorità civili e militari del territorio. Al presidente Mattarella è stato donato un libro sull’Abruzzo.

Il presidio negato e le preoccupazioni degli ambientalisti per le attività dei Laboratori: «Presenza totalmente irregolare di 2.300 tonnellate di sostanze pericolose nei laboratori, praticamente dentro l’acquifero che disseta 700mila persone».

Non ci sono gli attivisti del Forum Abruzzese dei Movimenti per l’Acqua, che avevano chiesto di poter essere presenti con una piccola rappresenatnza all’arrivo del Presidente della Repubblica, per ottenere visibilità sulle battaglie che stanno portando avanti, soprattutto per quanto riguarda l’accesso agli atti delle attività dei Laboratori.

Atti che dal Forum non riescono ancora a ottenere.

ProvinciaAq

Dalla Questura, però, è arrivato il divieto a manifestare nei pressi dei Laboratori, considerati luoghi sensibili, soprattutto in concomitanza dell’arrivo del Presidente Sergio Mattarella.

Nelle preoccupazioni degli ambientalisti, anche l’esperimento Sox, inizialmente previsto nel 2018, ma rinviato per difficoltà tecniche.

A causare le maggiori preoccupazioni, l’utilizzo del Cerio 144, una sorgente altamente radioattiva, che dovrebbe essere utilizzata all’interno dei Laboratori del Gran Sasso.

Lo scontro con i sostenitori dell’esperimento rimane tra le principali tensioni con il mondo ambientalista.

X