IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Riapre la SP del Vasto

Riapre la Strada SP 86 del Vasto, che collega Assergi con il passo delle Capannelle: il 18 gennaio 2017 subì ingenti danni

A darne comunicazione è la Provincia dell’Aquila.

D’intesa con il settore viabilità dell’ente, a seguito di sopralluoghi effettuati e constatato l’assenza di neve e le positive condizioni meteorologiche, l’Ente ha attivato tutte le procedure per una celere riapertura della strada, ricordando che, in caso di precipitazioni nevose o segnalazioni di parere negativo della Commissione valanghe, l’arteria sarà nuovamente chiusa per garantire la sicurezza degli automobilisti.

I danni di un anno fa furono ingenti: una slavina, con conseguente frana, aveva investito alcuni tratti dell’arteria, portando a valle i guard rail e riversando sulla carreggiata numerosi detriti.

A seguito di questi eventi, la Provincia  ha provveduto a effettuare una serie di lavori che hanno permesso nel mese di novembre  la riapertura di una parte della carrabile.

A fine marzo, il flash mob del Gruppo Aquilano di Azione Civica “Jemo ‘nnanzi” che si era recato proprio davanti alla sbarra, posando con il tricolore, per rivolgere un sentito appello alle Istituzioni affinché venissero riaperte con ogni urgenza le strade per il Vasto e per Montecristo.

flash mob jemo nnanzi sp86 chiusa

Per quanto riguarda, invece, il tratto che dal “Vasto” porta al lago di Campotosto, i lavori potranno essere effettuati presumibilmente nella prossima primavera-estate, intervento programmato per circa 50.000 € e ma mai eseguito dalla precedente ditta aggiudicataria, quindi motivo di una nuova gara di appalto.

Il consigliere provinciale Pierluigi Del Signore precisa che sin dall’inizio della legislatura ha ricevuto, sia dal Sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi e dal Presidente della Provincia Angelo Caruso, il compito di dedicare particolare attenzione alla zona del Gran Sasso, e quindi  favorire e promuovere  tutte le azioni che comportino un rilancio del comparto economico e turistico dell’area,  ma è anche necessario garantire a viaggiatori e residenti sicurezza e incolumità, nel rispetto delle competenze, delle  regole e soprattutto tutelare la vita delle persone.

X