IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Sport

VerdeAqua, niente allenamento per 99 Sport

Allenamento saltato per gli atleti della 99 Sport Nuoto L’Aquila tenuti un’ora fuori agli impianti sportivi di Santa Barbara.

Non si placa la tensione derivante alla contrapposizione tra la gestione della cooperativa VerdeAqua Smile e le società sportive che praticano nuoto nella struttura in questione.

Solo un mese fa erano dovuti intervenire i carabinieri presso l’impianto di Santa Barbara per tentare di mediare tra direzione e società esterne anche con la presenza del vice sindaco Guido Quintino Liris e dell’assessore allo sport Alessandro Piccinini.

L’argomento del contendere, secondo la Direzione, sarebbe stata la morosità della società 99 Sport per le stagioni 2014-2015-2016 e 2017, tanto che un manifesto affisso all’ingresso informava che

“nonostante i ripetuti inviti, ad oggi (le società sportive) non hanno provveduto al pagamento di quanto dovuto e fatturato dalla scrivente (Sandra Giordani) – utilizzo delle corsie stagioni sportive 2014, 2015, 2016,2017. Dal 17 novembre l’ingresso ai propri iscritti sarà consentito solo previo pagamento individuale del biglietto d’ingresso”.

La 99 Sport Nuoto L’Aquila rigettava le accuse di morosità ribadendo inoltre che il pagamento anticipato del canone di novembre richiesto dalla VerdeAqua in base ad una delibera del 1996 andava contro “le previsioni del Regolamento comunale” e non tiene conto di “prestazioni che potrebbero non essere erogate, come già accaduto proprio nel mese di ottobre per un guasto all’impianto natatorio”.

Amarezza soprattutto in vista dei campionati nazionali per cui gli atleti dovrebbero allenarsi con costanza e regolarità.

Oggi però, i nuotatori della 99 Sport non hanno potuto allenarsi all’orario fissato per l’allenamento.

«Questa mattina gli atleti della 99 Sport alle 06,30 (così come stabilito nella Deliberazione della Giunta
Comunale n.412 del 15 settembre 2017) si sono recati nell’impianto suddetto per riprendere gli allenamenti dopo la pausa natalizia in vista di importanti appuntamenti agonistici che li vedranno impegnati nelle
prossime settimane – racconta al Capoluogo, Giulio Olivieri, presidente del comitato 99 .

L’impianto era chiuso e soltanto alle ore 07.20 si è presentato un addetto che ha aperto l’impianto e che si è giustificato dicendo che non c’erano le donne delle pulizie e “molto probabilmente non è partita la comunicazione…”».

Ciò ha di fatto compromesso la seduta mattutina dell’allenamento così importante vista la chiusura festiva dei giorni precedenti.

«La cosa appare ancor più grottesca se si pensa che è di qualche giorno fa la comunicazione a firma della
Direzione di Verdeaqua Smile, affissa nei locali pubblici dell’impianto, con cui si ricordava alle Società Sportive utilizzatrici del Centro Sportivo Verdeaqua di adempiere al pagamento di quanto dovuto e fatturato – prosegue Olivieri.

Oltre al danno anche la beffa: ci viene richiesto ed imposto dal gestore di fatto, da qualche mese, un pagamento anticipato (non si capisce bene in base a quale norma) su prestazioni che non si sa se saranno erogate…

il tutto sempre a danno e scapito di ragazzi che hanno fatto dello sport e del nuoto la loro passione e che comunque onorano e portano i colori della nostra città in giro per l’Italia».

X