IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Collemaggio è tornata foto

È il gran giorno: oggi Collemaggio riapre le porte alla città dopo i lavori post sisma.

collemaggio: lavori terminati
collemaggio: lavori terminati
collemaggio 20 dicembre 2017
collemaggio 20 dicembre 2017

Lavori durati esattamente due anni, grazie all’intervento economico di Eni: presenti oggi all’inaugurazione il Ministro Dario Franceschini e il direttore dei servizi e relazioni con gli stakeholder, Claudio Granata

collemaggio: inaugurazione
inaugurazione collemaggio: biondi e carrara eni

Il sindaco Biondi, visibilmente emozionato, con il direttore dei servizi e relazioni con gli stakeholder, Claudio Granata

La diretta su Il Capoluogo.it a partire dalle 10

I primi passi nella basilica accompagnati da Maria Grazia Lopardi

collemaggio: maria grazia lopardi
collemaggio: maria grazia lopardi

Il Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso al microfono di Roberta Galeotti:

“Collemaggio è un’opera luce della città, della regione e non ho difficoltà a dire dell’Italia. La sua riapertura restituisce diritto allo stupore degli aquilani e degli abruzzesi; permette di riappartenere, consente una ri- identificazione e facilita la candidatura de L’aquila a luogo di confronti della fede e delle diverse religioni”.

Collemaggio esterno

Da oggi, dopo la benedizione dell’Arcivescovo Giuseppe Petrocchi, Collemaggio tornerà ad essere aperta e fruibile al culto, dopo i lavori post sisma – 14 milioni in tutto, compresi i fondi per il Parco del Sole – finanziati dall’Eni.

A partire da giovedì 21 dicembre 2017 sarà aperta tutti i giorni dalle ore 9:00 alle ore 12:30 e dalle ore 15:30 alle ore 18:00

Cittadini aquilani, fedeli, curiosi, personalità politiche e culturali alla riapertura odierna.

collemaggio inaugurazione gianni letta
collemaggio 20 dicembre 2017
collemaggio: inaugurazione
collemaggio: inaugurazione
collemaggio: inaugurazione

Ecco come si presentava la Basilica di Collemaggio pochi giorni dopo il 6 aprile 2009

collemaggio: lavori terminati
collemaggio: lavori terminati
collemaggio: lavori terminati
collemaggio: lavori terminati

foto post sisma Giovanni Lattanzi

Nella Basilica restaurata torneranno anche le spoglie di Celestino V, per tutto il corso dei lavori ospitate nell’Oratorio di San Giuseppe dei Minimi.

 

«Questa mattina mi sono alzato presto, più presto del solito perché – vedo i primi cittadini dei Comuni che partecipano a questa giornata, e li ringrazio per la loro presenza – i sindaci si alzano presto per affrontare tutto il carico di responsabilità che li attende queste le parole di Pierluigi Biondi, primo cittadino dell’Aquila -. Mi sono alzato prima del solito con un’emozione addosso quasi fanciullesca, come quella che provano i ragazzini, soprattutto in questo periodo natalizio.

Mi sono chiesto come avrei fatto a vincere l’emozione di questa giornata. Questa non è soltanto una cerimonia per la riapertura della Basilica di Collemaggio, questo è un pezzo della rinascita della nuova città dell’Aquila.

Una città in cui ormai i dolori, le lacrime la sofferenza, fanno parte della nostra esistenza: oggi, però, è il giorno della gioia, della passione, dell’ottimismo, della fiducia.

La riapertura della Basilica è un momento di rinascita, spirituale, religiosa, qui è stato incoronato Papa Celestino V ed è stato celebrato il primo Giubileo della storia della Cristianità.

Da qui è partito un messaggio rivoluzionario, di riscatto degli umili, dei poveri, di riconciliazione, che dobbiamo rilanciare nella sua forza e unicità: per questo chiedo il sostegno al ministro Franceschini in questo sforzo collettivo che stiamo facendo per far diventare la Perdonanza Celestiniana patrimonio immateriale dell’Umanità dell’Unesco.

La giornata odierna rappresenta anche un momento di riscatto civile: gli aquilani ed il territorio ritrovano uno dei suoi simboli identitari e Dio solo sa quanto questa comunità abbia bisogno di simboli e di luoghi  attorno a quali riunirsi.

E quindi io ringrazio tutti coloro che hanno consentito che oggi si svolgesse questa festa, naturalmente a partire dall’Eni, rappresentato da Claudio Granato (Chief Services&Stakeholder relations officer Eni, ndr), e quanti si sono impegnati in quest’opera.

Ringrazio un figlio di questa terra, un amico dell’Aquila, che ha fatto tanto per questa città, parlo di Gianni Letta: grazie per tutto quello che fai, per la tua attenzione, presenza e vicinanza.

Grazie al ministro Franceschini, che ci darà un’importante notizia, ringrazio la Soprintendenza nella figura dell’architetto Vittorini, e tutte le donne e gli uomini che hanno lavorato in questi luoghi perché ho potuto constatare quanta passione e attenzione hanno messo nella cura dei dettagli, nel restauro di ogni singola pietra di questa chiesa: oggi si dimostra a tutti che la ricostruzione di beni pubblici si può fare e fare bene, in tempi congrui.

Ringrazio i dipendenti del Comune che si sono impegnati sia sotto il profilo amministrativo sia in questi giorni per fare in modo che questa giornata riuscisse nel migliore dei modi, con una grande dedizione e attaccamento all’Ente di cui sono dipendenti.

Naturalmente ringrazio quanti hanno effettuato delle donazioni che hanno consentito di completare il ritorno all’originale bellezza della Basilica anche se forse qualcuno non se ne è accorto ma mancano ancora alcune cose che renderanno il tutto ancora più meraviglioso, nella parte degli apparati decorativi e delle tele e per cui ancora bisogna fare trovare delle risorse.

Concludo citando una vicenda che mi riguarda, anche se magari inusuale parlare di questioni personali: mia figlia è nata il 20 agosto 2016, quattro giorni dopo c’è stato il terremoto che ha devastato il Centro Italia e un pensiero va a quelle popolazioni che stanno ancora combattendo.

A nove giorni dalla sua nascita ho portato qui mia figlia, perché volevo che la benedizione di Papa Celestino l’accompagnasse nella sua vita. Vorrei che la giornata odierna rappresentasse per gli aquilani quello che ha rappresentato quella giornata del 2016 per me e mia figlia: ovvero l’inizio di una nuova vita, contrassegnata dai colori unici di questa chiesa e la forza incredibile di questa città»

 

Collemaggio, individuata come la Cattedrale Provvisoria fra il 2009 e il 2013 – essendo indisponibile San Massimo, in piazza Duomo –ospiterà anche la tradizionale Messa di Natale, alla mezzanotte del 24.

X